• Articolo Cagliari, 17 gennaio 2013
  • Oltre 1,6 mln per valorizzazione patrimonio forestale in Gallura

  • Via libera alla variazione di bilancio che ha determinato l’approvazione della delibera dell’Ente Foreste

L’assessore regionale della Difesa dell’Ambiente, Andrea Biancareddu, ha dato il via libera alla variazione di bilancio che ha determinato l’approvazione della delibera dell’Ente Foreste che prevede una cospicua dotazione di risorse finanziarie a favore del compendio forestale della Sardegna e in particolare della Gallura. L’Ente Foreste è un organismo che fa capo all’Assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente, cui spettano compiti di vigilanza e indirizzo delle politiche ambientali.

L’esponente della Giunta, che ha presentato l’emendamento recepito nella legge regionale 24/99 per l’apertura della sede dell’Ente Foreste a Tempio Pausania – rende noto che sono pari ad 1 milione 620 mila euro gli investimenti presenti nel programma redatto dell’Ente Foreste a favore del territorio gallurese.

Di questa somma, 500 mila euro sono destinati al completamento e alla ristrutturazione di fabbricati ed altre infrastrutture presenti nella Zir, mentre 250 mila euro serviranno per la costruzione di fabbricati nei perimetri forestali amministrati dall’Ente prospicienti il campeggio montano del Limbara. Nell’ambito della valorizzazione del patrimonio immobiliare, sono programmate, inoltre, delle risorse pari a 250 mila euro per nuove costruzioni finalizzate a potenziare gli uffici e il Centro fauna di Olbia.
Nel programma di valorizzazione dell’ambiente forestale gallurese trova spazio anche l’attività apistica, finanziata con 200 mila euro destinati al Centro di smielatura.

Molteplici anche gli sforzi per valorizzare i vivai forestali di Tempio, cui sono stati assegnati 100 mila euro per l’ampliamento e le spese per la relativa certificazione. Di particolare interesse, per lo sviluppo del patrimonio forestale ai fini turistici è l’allestimento di opere destinate all’attività turistica e ricreativa nei perimetri amministrati dall’Ente, che con uno stanziamento di 170 mila euro curerà anche la catalogazione e l’esposizione dei reperti floro-faunistici.

Infine,150 mila euro sono destinati alla valorizzazione a fini turistici dei parchi nel territorio di Tempio.