• Articolo Ginevra, 23 marzo 2015
  • L’erbicida più diffuso nel mondo frutta 15.9 miliardi di dollari alla multinazionale

    Per l’OMS il glifosato Monsanto provoca il cancro

  • L’Agenzia per la ricerca sul cancro dell’OMS smentisce in un nuovo rapporto tutte le ricerche precedenti: il glifosato di Monsanto è cancerogeno

Per l’OMS il glifosato Monsanto provoca il cancro1

 

(Rinnovabili.it) – Le immagini dei bambini argentini spezzati dalla malattia parlavano da sole, ma adesso lo certifica anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità: il glifosato della Monsanto provoca il cancro.

La dichiarazione è venuta venerdì dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), il ramo dell’OMS che si occupa di tumori, che ha pubblicato una ricerca sulla rivista Lancet Oncology. Gli scienziati hanno detto che il glifosato, principio attivo dell’erbicida Roundup di marca Monsanto, è «probabilmente cancerogeno per l’uomo». Il rapporto, inoltre, afferma che «vi sono prove convincenti che il glifosato può causare il cancro anche negli animali da laboratorio».

 

Monsanto, la multinazionale delle sementi OGM numero uno al mondo, ha subito dichiarato che i dati scientifici non supportano le conclusioni, e ha invitato l’OMS a convocare urgentemente una riunione per spiegare i risultati.

«Non sappiamo come la IARC possa essere giunta a una conclusione così drammaticamente lontana da quelle raggiunte da tutte le agenzie di regolamentazione nel mondo», si è scandalizzato Philip Miller, vicepresidente di Monsanto. Le vendite annuali della sua azienda ruotano intorno ai 15.9 miliardi di dollari, e sono strettamente legate alla diffusione dell’erbicida Roundup: la maggior parte delle colture OGM che Monsanto commercia, infatti, sono realizzate appositamente per “funzionare” in tandem con il diserbante.

 

Per l’OMS il glifosato Monsanto provoca il cancro-

 

Le preoccupazioni per il glifosato dentro i prodotti alimentari hanno acceso il dibattito negli Stati Uniti in questi ultimi tempi. Lo scorso anno, la pressione di consumatori e ambientalisti ha contribuito all’approvazione, in Vermont, della prima legge sull’etichettatura obbligatoria negli USA per i prodotti alimentari geneticamente modificati.

Il governo degli Stati Uniti finora ha sostenuto che l’erbicida Roundup, utilizzato principalmente per colture come mais e soia OGM, è sicuro. Nel 2013, la Monsanto ha chiesto e ricevuto l’approvazione dalla US Environmental Protection Agency per l’aumento delle soglie di tolleranza per il suo principio attivo.

 

Per l’OMS il glifosato Monsanto provoca il cancro_

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *