• Articolo Washington, 21 marzo 2012
  • Un appello del Segretario Generale Ban Ki-moon

    ONU: il “mondo che vogliamo” ha bisogno di acqua

  • Lo ha dichiarato Ban Ki-moon: l’Onu a Rio+20 sottolineerà l’importanza del legame tra acqua, alimentazione e nutrizione

(Rinnovabili.it) – L’Onu dibatterà del legame che intercorre tra acqua e cibo alla Conferenza Rio+20, in programma per giungo prossimo. Le Nazioni Unite lo hanno reso noto oggi, quando il Segretario Generale Ban Ki-Moon ha confermato l’attiva partecipazione alla Giornata Mondiale dell’Acqua in programma per domani. L’occasione è stata anche utile per rinnovare l’invito alla partecipazione all’incontro brasiliano, che avrà luogo dal 20 al 22 giungo a Rio de Janeiro, dove parte dei discorsi e degli incontri saranno concentrati ad analizzare i delicati equilibri che legano acqua, alimentazione e nutrizione.

L’acqua gioca un ruolo centrale nella creazione del “mondo che vogliamo”, ha dichiarato il Segretario Generale dell’Onu, riferendosi al motto che accompagnerà Rio +20 , incontro per il quale già più di 110 capi di Stato e di governo hanno confermato la loro partecipazione.

Il messaggio di Ban Ki-moon ha voluto sottolineare come nei prossimi decenni la crescita della popolazione mondiale richiederà un aumento sostanziale della produzione alimentare, il che necessita “un uso sostenibile della nostra risorsa esauribile: l’acqua” ha dichiarato Ban ricordando che l’agricoltura è il più grande consumatore di questa risorsa, e che deve usarla con saggezza “o falliremo nella lotta per porre fine alla fame e apriremo la porta ad altri mali, come la siccità, la carestia e l’instabilità politica “.

Le minacce derivanti dalla scarsità di acqua, dal cambiamento climatico e dal suo impatto sugli agricoltori, soprattutto quelli nei paesi sottosviluppati e a basso reddito potrebbero far aumentare la concorrenza tra le comunità ei paesi in cerca di acqua aggravando alcune situazioni politiche e civili giù compromesse.