• Articolo Rimini, 26 ottobre 2011
  • In occasione di Ecomondo 2011

    Per fare la spesa…butta la carta!

  • Incentivare alla raccolta di carta e cartone donando buoni sconto spendibili al supermercato. Eurven presenterà in fiera il primo sistema italiano di “raccolta con incentivo”

(Rinnovabili.it) – Incentivare alla raccolta della carta dando in cambio buoni o punti spesa. Questo il cuore dell’iniziativa che Eurven, in collaborazione con la nota catena di supermercati Despar presenterà in occasione della prossima edizione di Ecomondo.

Dal 9 al 12 novembre verrà presentato a Rimini il primo sistema realizzato in Italia per la raccolta con incentivo della carta, raccoglitori che verranno sistemati nei punti vendita della catena di supermercati a disposizione dei clienti. Inserendo carta e cartone nel macchinario si ricevono punti premio che possono essere trasformati in buoni sconto per l’acquisto di prodotti all’interno del negozio. La Despar, dal canto suo, ottiene un doppio vantaggio: un incremento degli acquisti dovuto alle agevolazioni donate ai clienti e la possibilità di rivendere al consorzio la carta e il cartone raccolti. In questo modo i materiali possono essere riciclati e tornare a nuova vita senza troppi passaggi intermedi, con un guadagno ambientale in termini di riduzione di CO2 attribuibile, ad esempio, agli spostamenti dei camion per la raccolta.

“Abbiamo creato un sistema vantaggioso per tutti” ha dichiarato Carlo Alberto Baesso, General Manager di Eurven “Non solo sensibilizziamo sulla raccolta differenziata, incentivandola attraverso i punti premio, ma ribaltiamo completamente il rapporto tra l’uomo e i rifiuti, trasformandoli da spesa – e problema – a fonte d’introito. Inoltre riduciamo dell’80% i passaggi di consegne, abbattendo in modo significativo le emissioni di CO2 per il trasporto del materiale e mettendo nelle mani dei consorzi materia prima già pronta per il riciclo, con la conseguente riduzione degli sprechi di acqua ed energia elettrica necessari per produrla ex novo. Sono felice di poter dare vita a questo progetto, e per questo devo ringraziare Despar per aver avuto grande lungimiranza e sensibilità nei confronti delle tematiche ambientali”.