• Articolo Bruxelles, 15 settembre 2015
  • I risultati di uno studio di Petcore Europe

    Plastica: cresce la raccolta del Pet, ma anche la domanda

  • Nel 2014 in Europa sono state riciclate 66 miliardi di bottiglie in plastica (Pet), ma la produttività nel settore di raccolta e riciclo sta calando

Plastica cresce la raccolta del Pet ma anche la domanda

 

(Rinnovabili.it) – In Europa sono state riciclate oltre 66 miliardi di bottiglie in Pet (polietilene tereftalato) da 1.5 litri solo nel 2014. Lo stima l’associazione Petcore Europe, che spiega come questo dato derivi da una raccolta del 57% dei contenitori in plastica messi sul mercato. Lo scorso anno sono state raccolte, in numeri assoluti, 1.8 milioni di tonnellate di bottiglie e contenitori in Pet (su un totale di 3,1 milioni presenti sul mercato), in aumento del 6.8% rispetto all’anno precedente. Lo studio dell’organizzazione è basato su un sondaggio europeo condotto tra i protagonisti del processo di raccolta, smistamento e riciclo del Pet.

«Il Pet è il materiale plastico più riciclato in Europa – ha spiegato il direttore esecutivo di Petcore, Patrick Peuch – ma possiamo fare ancora di più per contribuite all’economia circolare europea, soprattutto dal momento che stanno aumentando gli impieghi collegati al ciclo del Pet».

 

Plastica cresce la raccolta del Pet ma anche la domanda -Essendo un polimero, il Pet presenta molecole costituite da lunghe catene di unità ripetitive contenenti solo carbonio (C), ossigeno (O) e idrogeno (H) come composti organici. Il polietilene tereftalato viene impiegato per la maggior parte nella produzione di contenitori per bibite, succhi di frutta, alcolici, acqua, olio e prodotti per l’igiene della casa. La domanda di Pet è aumentata del 4.8% nel 2014.

«Dobbiamo coinvolgere maggiormente le aziende e i consumatori – ha tenuto ad aggiungere Peuch – È fondamentale sensibilizzare i consumatori sull’importanza della raccolta e del riciclo di questo materiale, in linea con i principi dell’economia circolare promossa dalla Commissione europea».

 

Non vi è una buona uniformità nei tassi di raccolta del Pet se si guarda la situazione negli Stati membri. Essi, anzi, variano sensibilmente. Complessivamente, il report evidenzia un lieve calo nella produttività del settore di raccolta e riciclo durante il 2014 rispetto all’anno precedente: il volume di Pet trasformato, infatti, è inferiore a quello raccolto a causa di perdite che occorrono durante il processo, della mancanza di manutenzione e dell’insorgere di problemi legati alle scorte di imballaggi.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *