• Articolo Dubai, 18 novembre 2011
  • Una conferenza per ridurre l'inquinamento marino

    Plastica: un piano d’azione limiterà l’inquinamento marino?

  • Sono milioni di tonnellate i rifiuti che danneggiano gli ecosistemi marini. Impegnate nella rivoluzione ambientale ben 50 industrie della plastica hanno aderito al progetto di riduzione degli inquinanti

(Rinnovabili.it) – Anche l’industria per le materie plastiche si sta preparando a migliorare le strategie di riduzione dell’impatto ambientale facendo particolarmente attenzione all’inquinamento che danneggia mari e oceani. I rappresentanti del settore, riuniti a Dubai in occasione di una conferenza nata con lo scopo di lanciare un piano d’azione per la riduzione degli inquinanti hanno comunicato che fino ad oggi sono almeno 50 le associazioni che hanno aderito all’iniziativa per limitare l’impatto ambientale. Il Piano sottolinea una strategia d’azione composta da sei diversi punti chiave e delinea i risultati di alcuni dei 99 progetti portati avanti in 32 diversi paesi per migliorare le condizioni dell’ambiente marino.

Sponsorizzato da ben 9 organizzazioni impegnate nella protezione ambientale e marina il gruppo di esperti che fanno capo alla Scientific Aspects of Marine Environmental Protection (GESAMP) si occuperà di effettuare valutazioni ambientali al fine di isolare gli interventi più urgenti da effettuare. “L’industria globale delle materie plastiche è determinata a divenire parte integrante della costruzione di questo nuovo impegnativo percorso  e svolgere un ruolo chiave nella costruzione di nuove partnership per trovare soluzioni al problema dei rifiuti marini” ha dichiarato il portavoce della Britsh Plastic Federation Peter Davis.