• Articolo Ginevra, 6 marzo 2019
  • Qualità dell’aria: Nuova Delhi è la capitale più inquinata al mondo

  • Il report di IQ AirVisual e Greenpeace disegna la mappa della qualità dell’aria nelle capitali mondiali: in Asia e Africa le città più inquinate; bene le nordamericane e alcune europee.

inquinamento qualità dell'aria nuova delhiA livello nazionale, l’Italia si piazza a metà classifica ma comunque al di sopra degli standard dell’Organizzazione Mondiale di Sanità

 

(Rinnovabili.it) – Pubblicato il report annuale dell’Agenzia svizzera IQ AirVisual in collaborazione con Greenpeace sulla qualità dell’aria delle grandi città: Nuova Delhi è la capitale con più inquinamento atmosferico al mondo, seguita da Dhaka, in Bangladesh e Kabul, capitale dell’Afghanistan.

Il report ha sfruttato i dati forniti da agenzie governative e soggetti privati per censire 62 capitali di tutto il mondo; di queste solo 9 hanno registrato nel 2018 medie di polveri sottili al di sotto dei limiti raccomandati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

 

La concentrazione annuale di particolato a Nuova Delhi ha toccato quota 113,5 microgrammi di PM2.5 per metro cubo, oltre il doppio di quanto fatto registrare lo scorso anno da Pechino (50,9 mcg di PM2.5 per m3), risultata l’ottava città più inquinata al mondo.

Le prime 10 capitali di questa poco lusinghiera classifica sono tutte asiatiche: fuori dal podio troviamo Manama, nel Bahrain, Ulan Bator, capitale della Mongolia, Kuwait City, in Kuwait, Kathmandu, nel Nepal, Pechino, in Cina, Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti e Giacarta in Indonesia, tutte con valori di PM2.5 compresi tra 59,8 e 45,3 microgrammi per metro cubo.

 

>>Leggi anche ONU: l’inquinamento atmosferico causa una vittima ogni 5 secondi<<

 

L’organizzazione mondiale della sanità ha fissato in 25 microgrammi di PM2.5 per metro cubo il limite giornaliero per considerare l’aria pulita. Delle 3 mila città incluse nel report, il 64% ha superato questo limite. In particolare tutte le città censite nel Medio Oriente e in Africa, il 99% del Sud Asia e il 95% del Sud Est asiatico e l’89% dell’est Asia hanno registrato valori superiori a quelli indicati dall’OMS. Ancora, l’Asia conta il maggior numero di città con livelli di particolato superiori ai 100 microgrammi per metro cubo; India, Bangladesh, Cina e Pakistan occupano le prime 50 posizioni della classifica completa.

 

qualità dell'aria

 

A livello nazionale, il Bangladesh risulta il Paese con la più bassa qualità dell’aria, seguito da Pakistan e India. Stati Uniti, Canada, i Paesi scandinavi, Estonia, Irlanda, Islanda, Portogallo, Australia e Nuova Zelanda, al contrario, sono risultate le nazioni con i più bassi livelli d’inquinamento. L’Italia si piazza a metà classifica (46esimo posto su 73) con livelli medi annui di 14,9 microgrammi di PM2.5 per metro cubo.

 

>>Leggi anche Biossido di azoto a Roma: l’aria fuorilegge causa un morto ogni 3 giorni<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *