• Articolo Pechino , 24 febbraio 2012
  • “Controllata” l’erogazione dei prestiti alle industrie più inquinanti

    Quando la sostenibilità viene dal credito…

  • Le linee guida messe a punto dalla CBRC per regolare il credito bancario cinese puntano a sostenere lo sviluppo economico del Paese in chiave “verde”

(Rinnovabili.it) – …i vantaggi sono diffusi. Del ruolo essenziale che ha il settore bancario nella promozione di un’economia sostenibile ne è convinta la China Banking Regulatory Commission (CBRC) che proprio oggi ha messo a punto delle linee guida con l’obiettivo di offrire un quadro di riferimento normativo al settore dei prestiti “verdi”.

I dettami della CBRC saranno applicati dalle istituzioni finanziarie cinesi sia a livello nazionale che all’estero e porteranno le strategie di credito verde a un livello più alto, attente cioè a promuovere tutti quegli investimenti legati all’uso efficiente delle risorse, alla tutela dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile. Per il WWF si tratta di una svolta epocale. “La Cina è diventata la seconda economia più grande del mondo – ha detto il Direttore del WWF Cina, Jim Gradoville – ed è giusto che la sua crescente influenza sia accompagnata da investimenti responsabili.

Il Paese, infatti, è attualmente impegnato nel migliorare il proprio sviluppo economico accrescendo anche gli investimenti all’estero che, da oggi in poi, vedranno le banche impegnate ad adottare pratiche internazionali migliori. Con l’approvazione delle linee guida non solo sarà prestata maggiore attenzione alla gestione delle risorse naturali e alla tutela della biodiversità, ma sarà anche maggiormente controllata l’erogazione di prestiti alle industrie più inquinanti.