• Articolo Roma, 20 luglio 2012
  • Recepita nell’ordinamento nazionale la norma europea

    Recupero vapori di benzina, dal CdM sì al decreto

  • Dopo i pareri della Conferenza Unificata e delle Commissioni parlamentari competenti, il provvedimento è approvato dal Consiglio dei Ministri

(Rinnovabili.it) – Via libera da parte del Governo al decreto legislativo per l’attuazione di una Direttiva Europea relativa alla fase II del recupero di vapori di benzina alle stazioni di servizio. Dopo l’esame preliminare del 19 marzo 2012 e i pareri favorevoli ma “condizionati” della Conferenza Unificata e delle Commissioni parlamentari competenti, il provvedimento su proposta del Ministro per gli affari europei e del Ministro dell’ambiente è stato approvato in via definitiva dal CdM.

Il nuovo Decreto disciplina le misure da applicare a livello nazionale per ridurre la quantità di vapori di benzina emessi nell’atmosfera durante il rifornimento dei veicoli a motore nelle stazioni di servizio. Il provvedimento si applica alle stazioni di servizio nuoveoggetto di una ristrutturazione completa, e il cui flusso effettivo o previsto di benzina è superiore a 500 m3/anno o quelle con un flusso superiore a 100 m3/anno ma situate in edifici utilizzati in modo permanente come luoghi di residenza o di lavoro. Essa impone ai gestori di tali stazioni di servizio l’obbligo di installare un sistema della fase II del recupero dei vapori di benzina o «PVR – phase II» (Petrol Vapour Recovery). Inoltre, anche le stazioni esistenti, il cui flusso è superiore a 3.000 m3/anno, dovranno conformarsi ma entro il 2018.