• Articolo Londra, 12 luglio 2019
  • Il Regno Unito acquisterà solo navi a zero emissioni

  • La misura, in vigore dal 2025, fa parte del Clean Maritime Plan, un programma per rendere sostenibile il settore marittimo e rendere la Gran Bretagna leader nella transizione sostenibile dei trasporti in mare.

navi a zero emissioni regno unitoLe navi a zero emissioni dovranno essere alimentate a biocarburante o a energia elettrica e utilizzare i carburanti fossili solo in caso d’emergenza

 

(Rinnovabili.it) – Il Regno Unito acquisterà solo navi a zero emissioni a partire dal 2025: la misura è stata inserita nel Clean Maritime Plan, l’ambizioso piano di taglio delle emissioni inquinanti nel settore navale e portuale presentato ieri dalla sottosegretaria ai Trasporti, Nusrat Ghani.

 

I natanti acquistati dalle amministrazioni britanniche a partire dal 2025 dovranno essere equipaggiate con mezzi di propulsione a zero emissioni, come quelli alimentati da batterie elettriche o da biocarburanti, mentre la tradizionale propulsione a carburante fossile dovrà essere riservata come alternativa d’emergenza.

 

Oltre al bando per i mezzi inquinanti, il Piano prevede un fondo di incentivi da 1,3 milioni di sterline per supportare innovazioni nel campo della navigazione marittima, da erogare tramite il programma MarRi-UK , una borsa di finanziamento per progetti di ricerca navale “green”, e un premio da conferire alle aziende che già si stanno muovendo per rendere il settore più sostenibile.

 

Uno studio commissionato dal Governo britannico aveva stimato in 11 miliardi di sterline il potenziale di mercato della transizione ecosostenibile del settore marittimo entro il 2050 e immaginava in 510 milioni di sterline annue, l’indotto economico cui potrebbero aspirare le imprese d’oltremanica.

 

L’espansione di zone a emissioni controllate con vincoli particolarmente stringenti per le percentuali di zolfo e ossido d’azoto presente nei carburanti, come proposto recentemente da Francia e Italia per il Mediterraneo, e i sempre più frequenti studi sull’impatto dell’inquinamento prodotto dalle grandi navi, sta spingendo il settore a forti investimenti per virare verso sistemi di propulsione sostenibili e meno pericolosi per la salute.

 

Il Clean Maritime Plan dovrebbe entrare pienamente in vigore a partire dal 2022 e s’inserisce nel più ampio impegno del Regno Unito per giungere a diventare una delle prime economie a zero emissioni nette entro il 2050.

 

>>Leggi anche Norvegia: navi da crociera alimentate con biogas a base di scarti di pesce<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *