• Articolo Sacramento, 21 ottobre 2011
  • Quello della California è uno dei 70 programmi attualmente attivi

    Riduzione e scambio di emissioni: il piano californiano

  • È stato approvato oggi il programma che, in linea con quanto richiesto dal Global Solutions Warming del 2006, mira a ridurre l’inquinamento entro il 2020

(Rinnovabili.it) – Semaforo verde per il piano californiano sul contenimento e lo scambio di emissioni. La Air Resources Board, il dipartimento della California Environmental Protection Agency impegnato a promuovere un’effettiva ed efficace riduzione dell’inquinamento atmosferico, ha adottato proprio oggi un programma cui intende attenersi nella riduzione e migliore gestione delle emissioni. Il cap-and-trade program californiano è una delle 70 iniziative attualmente attive in tutto il mondo, richieste dal Global Solutions Warming del 2006 per riportare l’inquinamento e il riscaldamento globale ai livelli del 1990 entro il 2020; la California fornirà il 20% delle riduzioni di emissioni necessarie per raggiungere questo obiettivo. In pratica, chi inquina deve pagare un assegno per ogni tonnellata di emissioni prodotta, ma può anche adempiere ai propri obblighi riducendo le emissioni in loco e acquistando quote di emissione o crediti di carbonio certificati, operazioni che di fatto creano un mercato intorno alla riduzione delle emissioni. Il programma sarà operativo a partire dalla seconda metà del 2012 e, una volta a regime, riuscirà a coprire circa l’85% dell’inquinamento provocato dai gas a effetto serra, traguardo che renderà la California uno tra gli Stati più virtuosi del Nord America in materia.