• Articolo Ravenna, 20 aprile 2012
  • La struttura di smaltimento è stata inaugurata oggi a Ravenna dalla società ‘Herambiente’

    Rifiuti: con ‘Disidrat’ maggiori benefici ambientali

  • L’impianto tratterà circa 150.000 tonnellate di “fanghi” e sarà in grado di far recuperare circa il 50% del materiale in ingresso

(Rinnovabili.it) – Un impianto che tratterà circa 150.000 tonnellate di “fanghi” ossia rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi, liquidi e solidi è stato inaugurato oggi a Ravenna dalla società Herambiente ed andrà a sostituire una struttura di smaltimento simile (ma di minori dimensioni e con performance ambientali inferiori) posto in un’area dove è stato previsto un articolato piano di riqualificazione ambientale.

Realizzato nell’arco di 24 mesi e con un investimento complessivo di 13 milioni di euroDisidrat’, (questo il nome dell’impianto), sarà in grado di far recuperare circa il 50% del materiale in ingresso che potrà successivamente essere riutilizzato come copertura per le discariche in sostituzione del terreno vegetale o come materiale di consolidamento per le miniere (ad es. per riempire i vuoti sotterranei lasciati dagli scavi). Secondo il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini “un impianto di questo tipo avvicina l’Italia alle migliori esperienze europee”. “Dimostra in particolare – prosegue il Ministro – che è necessario e possibile investire per realizzare una diffusa dotazione impiantistica al servizio del ciclo rifiuti, in grado di preservare l’ambiente e trattenere in Italia la ricchezza economica che il recupero di energia e materia può fornire”.