• Articolo Milano, 16 gennaio 2019
  • Rifiuti di plastica: nasce l’Alliance to End Plastic Waste

  • Composta da quasi 30 aziende operanti in tutto il mondo, l’Alliance to End Plastic Waste ha investito più di un miliardo di dollari nella lotta contro i rifiuti di plastica

rifiuti-plastica-aepw

 

Tra le attività della AEPW anche lo sviluppo di tecnologie per combattere la dispersione dei rifiuti di plastica

 

(Rinnovabili.it) – C’è una nuova organizzazione a livello mondiale impegnata in prima linea a combattere la dispersione dei rifiuti di plastica nell’ambiente. È la Alliance to End Plastic Waste (AEPW), un’alleanza globale composta da più di 30 aziende operanti in tutto il mondo in diversi ambiti della value chain, che ha investito più di 1 miliardo di dollari e che per i prossimi 5 anni si è impegnata a investirne altri 1,5 miliardi per contrastare la dispersione nell’ambiente, in particolare negli oceani, dei rifiuti di plastica. L’AEPW è un’organizzazione senza scopo di lucro composta da società attive in Nord e Sud America, Europa, Asia, Sud-Est asiatico, Africa e Medio Oriente, tutte operanti nella value chain della plastica: tra queste, infatti, ci sono produttori di materiali chimici e plastici, società di beni di consumo, retailer, aziende attive nel settore della trasformazione delle materie plastiche e società che si occupano di gestione dei rifiuti. L’Alleanza punta a realizzare un’economia circolare, sviluppando iniziative mirate alla riduzione della mole di questa tipologia di rifiuto e promuovendo soluzioni innovative per la plastica usata.

 

>>Leggi anche Scoperto il fungo che mangia i rifiuti di plastica<<

 

In questa prima fase di operatività, la AEPW provvederà a sviluppare le infrastrutture necessarie alla gestione dei rifiuti e all’aumento del riciclo, a supportare l’innovazione per facilitare il recupero della plastica, a stimolare l’azione coinvolgendo governi, aziende e comunità, e a procedere alla pulizia delle aree più critiche. Tra le attività che le AEPW ha annunciato di voler implementare ci sono: collaborazioni con le città, al fine di dotare le aree urbane delle giuste infrastrutture per gestire i rifiuti di plastica, coinvolgendo stakeholder e governi locali nell’elaborazione di modelli replicabili ed economicamente sostenibili; sviluppo e promozione di tecnologie per combattere la dispersione dei rifiuti di plastica negli oceani, concentrandosi inizialmente sul Sud-est asiatico; sviluppo di un progetto informativo globale open-source per supportare i progetti di gestione dei rifiuti a livello internazionale, con raccolte di dati affidabili, misurazioni, standard e metodologie; collaborazioni con organizzazioni intergovernative, per aiutare funzionari governativi e leader comunitari ad identificare e perseguire le soluzioni più efficaci; supporto a Renew Oceans, un programma finalizzato al blocco dei rifiuti stessi prima che giungano in mare aperto.

 

Per il Presidente dell’AEPW, David Taylor, la nuova Alleanza rappresenta il massimo sforzo realizzato sino a oggi per dire basta ai rifiuti di plastica dispersi nell’ambiente. “Come è risaputo – ha commentato Taylor – i rifiuti di plastica sono un elemento estraneo agli oceani e a qualsiasi altro ambiente naturale. Siamo di fronte a una sfida globale seria e complessa, da affrontare con la massima rapidità e con una leadership forte”, ed estende l’invito a unirsi alla mission dell’Alleanza a tutte le società interessate.

 

>>Leggi anche I rifiuti di plastica diventano carburante per le auto a idrogeno<<

 

La storia ha dimostrato che, di fronte a sfide globali come questa, le azioni collettive e le collaborazioni tra industrie, governi e ONG possono dare origine a soluzioni innovative – ha aggiunto il vicepresidente di AEPW Bob Patelil problema dei rifiuti di plastica è evidente e suscita preoccupazioni in tutto il mondo. Deve essere affrontato e siamo convinti che sia arrivato il momento di agire”.

2 Commenti

  1. marco bertuccelli
    Posted febbraio 19, 2019 at 2:23 pm

    Sono un tecnico di 75 anni da oltre 57 anni lavoro nel riciclaggio dei rifiuti, in particolare dei rifiuti plastici per trasformarli in nuova materia prima. Causa della mia età sono in pensione, ma vorrei trasmettere le mie competenze e il mio saper fare ad altri, in particolare in Europa Orientale o in Africa dove c’é un grande bisogno. Io sono disponibile anche a trasferirmi se trovo un imprenditore o una amministrazione interessata in modo serio e onesto, al mio lavoro. Sempre disponibile a dare tutte che informazioni che possono essere richieste.
    Cordialmente Marco Bertuccelli

  2. mauro
    Posted febbraio 20, 2019 at 1:59 am

    Ci sono molte critiche su questa iniziativa, che include tutti i maggiori produttori di plastiche https://www.greenpeace.org/usa/news/industry-group-seeks-to-maintain-single-use-plastic-status-quo/

Rispondi a marco bertuccelli Cancel reply

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *