• Articolo Roma, 22 febbraio 2013
  • Rifiuti, impugnato provvedimento discarica Monti dell’Ortaccio

  • Il provvedimento presenta numerosi profili di illegittimità e non fornisce garanzie sull’effettiva durata della discarica

Con ricorso notificato oggi, Roma Capitale ha impugnato davanti al Tar del Lazio il provvedimento con cui il commissario Sottile ha autorizzato la discarica di Monti dell’Ortaccio.

Il provvedimento è stato impugnato perché presenta numerosi profili di illegittimità e soprattutto non fornisce garanzie alla città e ai cittadini di Valle Galeria sull’effettiva durata della discarica, che dovrebbe essere temporanea, sulla portata dei rifiuti che dovrà contenere e sulle modalità di gestione di questi rifiuti.

Si ritiene che, dopo anni in cui i rifiuti di Roma sono stati conferiti esclusivamente a Malagrotta, la zona di Valle Galeria non sia in grado di sopportare un’ulteriore discarica, soprattutto con le modalità contenute nel provvedimento impugnato.