• Articolo Cagliari, 25 maggio 2012
  • Si inizia a Cagliari, per poi proseguire a Lamezia Terme, Bari, Napoli, Roma e altre città d’Italia

    RAEE: ora i Comuni sanno cosa (e come) fare

  • Partito il conto alla rovescia per il ciclo di incontri promosso da Anci e CdC RAEE per fare il punto sullo stato dell’arte del sistema di gestione e sui compiti che spettano ai Comuni

(Rinnovabili.it) – Mancano ormai pochi giorni all’inizio del ciclo di incontri dedicato ai Comuni e alle aziende che gestiscono i Centri di raccolta dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), una serie di giornate informative in cui tutti gli attori istituzionali (Regioni, Comuni e Province) ed economici (Distributori) coinvolti avranno la possibilità di confrontarsi sullo stato dell’arte del sistema di gestione e sulle principali novità introdotte dall’Accordo di Programma che l’Anci ha firmato con il Centro di Coordinamento RAEE. Secondo quanto stipulato dall’Accordo, infatti, i Comuni dovranno favorire scelte operative e organizzative che assicurino alti livelli di efficienza del sistema di gestione e, nello specifico, mettere a disposizione risorse economiche per adeguare e potenziare le isole ecologiche e promuovere il sistema di ritiro “1 contro 1” dei RAEE.

Il ciclo di incontri promossi da Anci e Centro di Coordinamento RAEE avrà il suo inizio con il workshop informativo di Cagliari il prossimo 29 maggio e vedrà la partecipazione di tutti gli enti coinvolti e attivi in questo settore, che affronteranno le problematiche relative alla Regione Sardegna. I workshop proseguiranno poi a Lamezia terme (20 giugno), Bari (22 giugno), Napoli (5 luglio) e Roma (12 luglio); questi i prossimi 4 appuntamenti ai quali ne seguiranno ancora altri, attualmente in via di definizione.