• Articolo Roma, 19 febbraio 2019
  • Il riscaldamento globale degli ultimi 2 secoli in un video di 1 minuto

  • L’elaborazione grafica dei dati dell’International Panel on Climate Change rende chiarissima la tendenza al riscaldamento climatico e alla sua proporzione mondiale.

riscaldamento temperature climate changeIl video di grande impatto realizzato dal ricercatore finlandese Antti Lipponen

 

(Rinnovabili.it) – Ogni Paese al mondo è raffigurato come un piccolo cerchio che si colora dal blu al rosso intenso a seconda delle temperature medie annue registrate o previste: con una breve video animazione dei dati scientifici raccolti dall’International Panel on Climate Change, Antti Lipponen, ricercatore dell’Istituto Metereologico della Finlandia, è riuscito a fotografare l’evolvere del riscaldamento globale e del cambiamento climatico, dal 1880 fino al 2100.

 

In poco meno di un minuto vengono rappresentate le variazioni climatiche degli ultimi 140 anni e dei prossimi 80: le 191 nazioni censite, si colorano dal blu intenso (che indica una temperatura media di due gradi al di sotto dei livelli preindustriali), passando all’azzurro (-1°C), al bianco (temperatura media pari a quella dei livelli preindustriali), l’arancione (+1° C) e il rosso intenso (+2° C o superiore).

 

Climate Change Switchboard

 

L’elaborazione di Antti Lipponen mostra come durante lo scorso secolo ogni Paese abbia conosciuto annate anomale e una generale tendenza al riscaldamento, ma a partire dagli anni ’80 del ‘900 evidenzia un’impennata a livello globale e prevede un trend di continua crescita fino a registrare temperature ben al di sopra degli 1,5° C fissati dagli accordi di Parigi.

 

  >>Leggi anche Il riscaldamento globale cambierà il colore degli oceani<<

 

Gli esperti prevedono il picco nelle emissioni di CO2 nel 2040 (nel 2018 erano arrivate a toccare quota 37,1 miliardi di tonnellate); dopo quella data la quantità di gas serra rilasciata nell’atmosfera dovrebbe cominciare a diminuire: eppure i modelli di previsione adottati dai ricercatori continuano a indicare uninnalzamento delle temperature, almeno fino alla fine del secolo. Per il 2100, ad esempio, la Finlandia toccherà temperature medie di 4,5° C superiori al periodo 1951-1980 mentre gli Stati uniti toccheranno +3,5° C.

 

“Il processo di riscaldamento globale rapido esiste davvero – ha spiegato Antti Lipponen – è già avvenuto nel passato e ha colpito tutti i Paesi del mondo. Purtroppo, il futuro non sembra differente: le temperature sono destinate a crescere rapidamente e questo fenomeno interesserà tutte le nazioni mondiali, nessuno escluso”.

 

Qui sotto, un’altra versione del grafico animato in cui è possibile leggere anche la variazione di temperatura prevista dalle ricerche di Lipponen per ogni singolo Stato:

Temperature Circle - The Future

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *