• Articolo Roma, 15 marzo 2016
  • A Roma la prima scuola Clean Air,  combatterà lo smog con l’acqua

  • Nasce da una startup italiana il sistema di abbattimento dell’inquinamento atmosferico che usa la “pioggia” al posto dei tradizionali filtri

A Roma la prima scuola Clean Air,  combatterà lo smog con l’acqua(Rinnovabili.it) – L’istituto scolastico Bagnera di Roma diverrà la prima scuola “Clean Air”, ovvero la prima scuola italiana a dotarsi di un innovativo sistema per abbattere lo smog urbano.

Il progetto sarà inaugurato ufficialmente nella prima metà d’aprile di quest’anno, con l’istallazione di tre Apa, sistemi rigorosamente “Made in Italy” in grado di rimuovere particolato e altri inquinanti atmosferici dall’aria, senza l’utilizzo di filtri e costose opere di manutenzione. Il segreto? Ce lo svela la società ideatrice della tecnologia, la startup italiana Is TECH. APA, acronimo di “Abbattimento Polveri Atmosferiche”, è una piattaforma intelligente e multifunzione che attraverso una serie di processi chimico-fisico-meccanici integrati, è capace di trattare flussi elevati d’aria per rimuovere PM10, metalli pesanti, IPA (Idrocarburi Policiclici Aromatici) e idrocarburi leggeri (metano, benzene, ecc.).

 

Il sistema è dotato anche di una struttura di monitoraggio e controllo continuo degli impianti e degli inquinanti e il meccanismo di funzionamento della piattaforma APA è molto semplice. L’aria è aspirata da un bocchettone, posto ad 1 metro dal suolo e, filtrata all’interno della macchina secondo una procedura che riflette il ciclo naturale della pioggia: gocce di liquido colpiscono le polveri sottili e le fanno precipitare verso il basso, depositandole in acqua. Al termine del processo di lavaggio l’aria depurata è aspirata verso l’alto e reimmessa pulita nell’atmosfera, senza alcuna produzione di rifiuti speciali.

“Abbiamo avviato un progetto, a Roma, – ha annunciato l’amministratore delegato di Is Tech Giuseppe Spanto – per realizzare la prima scuola ‘clean air’: grazie a un protocollo di intesa firmato da Is Tech e dal Municipio XI di Roma Capitale (a fine gennaio 2016), installeremo nella prima metà di aprile 2016 tre dispositivi Apa Large presso l’istituto scolastico Bagnera, nelle aree esterne della scuola dedicate alle attività ricreative dei bambini. L’intervento, nel suo complesso, mira a sensibilizzare insegnanti, alunni e genitori sull’importanza di respirare aria pulita, e sulla necessità di essere attenti, attivi e propositivi per non subire i danni da smog, oltre che quelli derivanti dal mancato agire che influenzano negativamente pure altri aspetti sociali”.

2 Commenti

  1. ritamir
    Posted marzo 15, 2016 at 12:03 pm

    Ottimo.
    Immagino che funzioni con energia rinnovabile….

  2. roberto ravanelli
    Posted dicembre 15, 2017 at 12:48 pm

    perchè un possibile aiuto alla lotta allo smog dovrebbe funzionare con energia rinnovabile? è un pensiero che blocca lo sviluppo e gli investimenti,un pensiero assurdo..ma perchè mai un problema così grande e globale dovrebbe essere risolto senza uso di energia? senza costi? Questa soluzione in particolare è semplicissima,una soluzione mascherata da tecnologia evoluta,probabilmente per poter essere brevettata in qualche modo,ma di per sè efficace, i paroloni e la terminologia tecnica sono certo che aumentano il prezzo dell’apparecchio che sarà senza dubbio molto elevato

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *