• Articolo Portland, 12 gennaio 2012
  • Creatività e ambiente

    Ruggine e seta per un’eco-lingerie

  • Tecniche di produzione, tessuti e coloranti naturali, caratterizzano la collezione di biancheria intima dell’artista Rio Wrenn, ispirate alle componenti della terra

(Rinnovabili.it) – Nasce come un esperimento di tecnica e di accettazione sociale, l’approccio creativo dell’artista visiva Rio Wrenn. Dal 2007 Rio ha infatti dedicato la propria attività nella creazione della linea di lingerie R.A.W Textiles, realizzata con fibre di seta e tessuti organici ottenuti da bambù e materiali riciclati e dipinti a mano. L’originalità sta nella colorazione dei tessuti con materiale naturale proveniente dalla terra, mediante l’impiego di un’antica tecnica giapponese Shibori, che dona dimensionalità e resistenza al disegno. Il materiale utilizzato viene ricavato da insetti, piante e ferro, in fase di decadenza nel terreno, simbolo della fragilità delle cose che tornano alla terra, al termine del loro ciclo vitale, “espressione dell’invecchiamento effimero, e del decadimento naturale di tutte le cose”. Anche le tinte sono di origine naturale: ruggine, frutti di bosco ma anche con colori provenienti da oggetti in rame e materiali industriali in fase di ossidazione. Unito con altri coloranti e mordenti, il ferro è utilizzato per ottenere le gamme dell’arancio, del grigio, del viola e del nero, mentre il rame è usato per il verde e le sfumature dorate. I metodi di produzione, nonché la scelta dei tessuti e dei coloranti, delle collezioni R.A.W Textiles hanno la “missione” di contribuire a spianare la strada per un futuro più sostenibile.