• Articolo Monaco di Baviera, 26 novembre 2019
  • Salviamo api e agricoltori, ecco l’Iniziativa dei Cittadini Europei

  • L’iniziativa, alla quale aderirà anche il WWF per la raccolta firme, chiede alla Commissione europea di presentare proposte legislative per eliminare le sostanze chimiche di sintesi nell’agricoltura e ridare spazio alla biodiversità

Gestita da un’ampia alleanza di Associazioni ed organizzazioni della società civile che si occupano di ambiente, salute, agricoltura e apicoltura, l’iniziativa chiede all’UE una legislazione più efficace

(Rinnovabili.it) – Gestita da un’ampia alleanza di Associazioni ed organizzazioni della società civile che si occupano di ambiente, salute, agricoltura e apicoltura, l’iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) “Salviamo Api e Agricoltori” ha come obiettivo quello di far eliminare gradualmente i pesticidi sintetici entro il 2035, sostenere gli agricoltori e proteggere la natura. Le Associazioni chiedono alla Commissione Europea di “adottare una legislazione più efficace per preservare e migliorare gli habitat degli insetti in quanto indicatori di un ambiente incontaminato”.

Nel dettaglio, l’iniziativa invita la Commissione europea a presentare proposte legislative finalizzate a: eliminare gradualmente l’80% delle sostanze chimiche di sintesi nell’agricoltura europea entro il 2030, a cominciare dai più pericolosi; ridare spazio alla natura e fermare la perdita di biodiversità ripristinando gli ecosistemi naturali nelle zone agricole e sostenere gli agricoltori nella transizione ecologica del settore primario attraverso una riforma della Politica Agricola Comune che dia priorità all’agricoltura su piccola scala, diversificata, sostenibile e OGM free. 

 

>>Leggi anche: “Natura: Gli insetti potrebbero scomparire completamente in 100 anni”<<

 

All’iniziativa aderisce anche WWF Italia che nei prossimi 11 mesi parteciperà attivamene alla raccolta delle firme per chiedere anche nel nostro Paese una normativa più severa per l’uso dei pesticidi in agricoltura e in città, a cominciare dalla revisione del Piano di Azione Nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari. 

La raccolta di firme per questa ICE, lanciata oggi, proseguirà per quasi tutto il 2020, un anno fondamentale per le sorti dell’agricoltura e della biodiversità in Europa, – ha dichiarato Franco Ferroni, Responsabile Agricoltura e Biodiversità del WWF Italia – Il 2020 sarà infatti l’anno internazionale della biodiversità che definirà la nuova Strategia 2020-2030 per fermare la perdita di specie e habitat a livello globale, l’anno della riforma della PAC post 2020 in Europa e l’anno dell’entrata in vigore in Italia del nuovo Piano di Azione Nazionale per i pesticidi (PAN). Il successo di questa ICE potrà fare davvero la differenza spingendo i nostri politici ad assumere decisioni coraggiose e lungimiranti per sostenere un vero New Deal Green per le persone e la natura, attraverso una transizione ecologica dell’agricoltura libera dai pesticidi”.

Tra le Associazioni attive e partecipanti, molte comprendono le reti europee Friends of the Earth Europe e Pesticide Action Network (PAN), nonché l’Istituto per l’ambiente di Monaco di Baviera, la fondazione Aurelia (Germania), Générations Futures (Francia) e GLOBAL 2000/Friends of the Earth Austria. In Italia parteciperanno attivamente alla raccolta delle firme per questa ICE, il WWF Italia, FederBio, ISDE Medici per l’Ambiente, l’Istituto Ramazzini di Bologna, il Comitato Marcia Stop Pesticidi, il Comitato NO Pesticidi dell’Emilia Romagna, la Rete Contadina.

 

>>Leggi anche Greenhouse Gas Bulletin: nuovo (pessimo) record per i gas serra<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *