• Articolo Washington, 15 settembre 2016
  • L'impegno di oltre 20 Stati

    Santuari marini: da oggi sono 40 in più in tutto il mondo

  • Copriranno 1,2 milioni di kmq in tutto il mondo e difenderanno la biodiversità degli oceani da pesca illegale, rotte del commercio marittimo e inquinamento

Santuari marini: da oggi sono 40 in più in tutto il mondo

 

(Rinnovabili.it) – Stanno per nascere 40 nuovi santuari marini in tutto il mondo. L’annuncio verrà dato ufficialmente oggi durante una conferenza a Washington, alla quale partecipano più di 20 Paesi. Le nuove aree protette rappresentano un passo in avanti – per quanto piccolo – nella difesa degli ecosistemi oceanici dai cambiamenti climatici e dall’inquinamento.

In tutto la superficie dei nuovi santuari marini si estenderà per quasi 1,2 milioni di kmq, all’incirca una area grande quanto tutto il Sudafrica. Tra questi si segnala anche il primo santuario sotto responsabilità statunitense dell’oceano Atlantico: un’area di 13mila kmq al largo delle coste dello stato del New England. Si tratta comunque di zone di dimensione piuttosto ridotta. Basta pensare che poche settimane fa sempre il presidente americano Obama aveva allargato il perimetro dei santuari delle Hawaii e delle isole Midway, nel Pacifico, di fatto quadruplicandone la superficie fino a portarla a 1,5 mln di kmq, e rendendolo il più esteso al mondo.

 

Durante la conferenza verranno discusse anche le minacce più gravi per la salute degli oceani e saranno annunciate alcune iniziative di protezione degli ambienti marini. L’attenzione è puntata soprattutto sulla pesca illegale, sull’acidificazione degli oceani – che quest’anno ha dimostrato tutta la sua devastante portata distruttiva cancellando quasi per intero la Grande Barriera Corallina – e l’inquinamento causato dalla plastica. Proprio rispetto a quest’ultimo punto sono allo studio misure per arginare il fenomeno.

Secondo l’ultimo rapporto Onu intitolato 2016 Planet Protected, che si focalizza sulla protezione della biodiversità in tutto il globo, l’ultimo decennio ha assistito inoltre ad un notevole progresso nella protezione degli oceani a livello globale. La dimensione delle aree marine protette è aumentata da poco più di 4 milioni nel 2006 a quasi 17 milioni di chilometri quadrati di oggi, coprendo il quattro per cento degli oceani, un’area grande quasi quanto la Russia. Peccato che, attualmente, meno del 20 per cento delle aree chiave per la biodiversità siano all’interno di questi territori protetti.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *