• Articolo Cambridge, 25 febbraio 2013
  • Gli effetti sulle infrastrutture critiche potrebbero rappresentare solo la superficie del problema

    Se il Climate Change minaccia la sicurezza nazionale

  • Durante i prossimi dieci anni i cambiamenti climatici potrebbero avere effetti ad ampio raggio su ogni settore cruciale, dal cibo, all’acqua, dalle forniture energetiche alla sicurezza economica

Se il Climate Change minaccia la sicurezza nazionale(Rinnovabili.it) – Il Climate Change può arrivare a minacciare addirittura la sicurezza nazionale. Lo rivela uno studio americano che ha messo in relazione quest’ultimo fattore con i cambiamenti del clima e le condizioni meteorologiche estreme. Nel corso del prossimo decennio, spiega il documento, il surriscaldamento globale potrebbe avere effetti di vasta portata su tutto, dai generi alimentari, all’acqua, dall’energia alle infrastrutture essenziali e persino sulla sicurezza economica.

 

Nel corso del secolo scorso, la tendenza dominante è stata verso l’urbanizzazione, concentrando le persone in aree più piccole”, ha spiegato Michael McElroy, uno degli autori dello studio. “Abbiamo realizzato infrastrutture – sia che si tratti di case o di strade e ponti – che si adattano con questa tendenza. Se il modello meteorologico cambiasse improvvisamente in modo serio, potrebbe creare problemi importanti. I ponti potrebbero improvvisamente trovarsi nel posto sbagliato, o le dighe risultare non sufficientemente elevate”. E i possibili effetti del clima sulle infrastrutture critiche potrebbero rappresentare solo la superficie del problema.

 

A livello internazionale anche eventi recenti, come le inondazioni in Pakistan e la siccità prolungata in Africa orientale, potrebbero colpire la sicurezza nazionale dei paesi terzi che si impegnano a rispondere a questi disastri, ad esempio attraverso aiuti umanitari o un supporto tecnico. E’ possibile, ha aggiunto McElroy, che i cambiamenti climatici possano aver contribuito alle rivolte della primavera araba, provocando un aumento dei prezzi dei generi alimentari, o che la prolungata siccità nel nord del Messico abbia aiutato l’instabilità politica e portato ad un aumento del traffico di droga nella regione. “Noi non abbiamo risposte definitive, ma il nostro rapporto pone delle precise domande”.