• Articolo Santiago del Cile, 21 giugno 2013
  • Un appello lanciato dal geografo cileno Romero

    In Cile è allarme smog

  • In Cile muoiono oltre 4mila persone ogni anno a causa dello smog che danneggia in particolar modo la salute dei bambini che vivono nelle aree inquinate

Lo smog uccide il Cile(Rinnovabili.it) – Ogni anno oltre quattromila persone perdono la vita in Cile a causa dell’elevato tasso di smog presente nell’aria. Lo ha rivelato il geografo ambientale dell’Università del Cile Hugo Romero, preoccupato per gli elevati tassi di inquinamento registrati nel paese ha voluto inoltre sottolineare gli alti tassi di mortalità registrati tra chi vive nelle grandi città, facendo riferimento soprattutto ai bambini di Santiago del Cile rispetto a quelli che abitano zone più pulite.

La preoccupazione per la salute della popolazione è affiancata dalla richiesta indirizzata al governo affinché, per proteggere i cittadini, si stabiliscano regole più rigide, suggerendo di evitare di far fare ai ragazzi delle scuole attività sportive all’aria aperta quando i livelli di smog superano la soglia raccomandata e invitando la popolazione a prendere i mezzi pubblici e a spostarsi in bicicletta in modo da ridurre la congestione del traffico.

 

A preoccupare anche la veloce espansione della città di Santiago, a causa della quale si teme la scomparsa di oltre 10mila ettari di verde che saranno sostituiti dal cemento causando una perdita inestimabile in termini di verde e creando un danno per la salute dell’ambiente e della popolazione. “Deve esserci compatibilità tra la tutela dell’ambiente e la qualità di vita offerta alle persone con lo sviluppo e la crescita economica, uno dei grandi dilemmi di oggi” ha concluso Romero.