• Articolo Berlino, 24 aprile 2012
  • Una due giorni a base di sostenibilità e innovazione

    Tajani a Berlino per il green future

  • Innovazione e tecnologia hanno bisogno di maggiore spazio. Il Vicepresidente della Commissione europea a Berlino parlerà di sviluppo sostenibile e innovazione green

(Rinnovabili.it) – Il Vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, si recherà in visita a Berlino mercoledì 25 e giovedi 26 aprile per presenziare ad una serie di incontri. Al centro delle discussioni il coordinamento della politica industriale, le strategie per agevolare uno scambio di opinioni su questioni che nello specifico andranno ad interessare mobilità sostenibile, turismo, smart city, efficienza nell’uso delle risorse e misure per la stimolazione dell’imprenditorialità. L’evento sarà anche l’occasione per incontrare il cancelliere tedesco Angela Merkel e per affrontare la delicata questione che riguarda il miglioramento della fornitura delle materie prime nell’ambito del nuovo parternariato per l’innovazione. I discorsi si concentreranno sulla necessità di una stretta collaborazione per superare, attraverso strategie ad hoc, la carenza di materie prime in Europa. E’ stato infatti stimato che il valore delle risorse minerarie non sfruttate nel continente equivale a circa 100 miliardi di euro. L’estrazione richiede però soluzioni innovative e costose, per le quali c’è bisogno di dare nuova linfa al settore R&S e da qui l’avvio del partenariato.

Con il ministro federale dei Trasporti, dell’Edilizia e degli Affari urbani, Peter Ramsauer, Tajani discuterà invece l’andamento delle GMES (Global Monitoring for the Environment and Security-Monitoraggio globale per l’ambiente e la sicurezza) per procedere alla riduzione dei livelli di rumore delle autovetture e della mobilità elettrica. Mentre per incrementare la produzione di automobili innovative e per favorire la diffusione delle e-car, Tajani incontrerà il presidente dell’ADAC (Allgemeiner Deutscher Automobil Club) cercando di stimolare nuovi sistemi di incentivazione riservati alla mobilità alternativa a basso impatto ambientale.