• Articolo Bruxelles, 27 febbraio 2013
  • La nuova comunicazione della Commissione europea

    UE: affrontare insieme povertà e sviluppo sostenibile

  • Potočnik “Gli sforzi per porre fine alla povertà devono andare di pari passo con lo sviluppo sostenibile”

(Rinnovabili.it) – Unire la lotta globale alla povertà agli obiettivi di sviluppo sostenibile. Questa la raccomandazione che la Commissione Europea fa oggi non solo ai suoi Stati membri ma anche al resto del mondo. Per Bruxelles non c’è dubbio che entrambe le sfide debbano essere affrontate insieme, soprattutto ora che la Conferenza Rio+20 ha avviato il processo di definizione dei target di crescita verde e che gli obiettivi di sviluppo del Millennio (MDG) sono in dirittura d’arrivo. La comunicazione che l’esecutivo europeo presenta oggi “Una vita dignitosa per tutti: porre fine alla povertà e dare al mondo un futuro sostenibile”, propone un quadro globale per affrontare entrambe le questioni e raggiungere una solida posizione comunitaria dell’UE per alimentare il dibattito al tavolo delle Nazioni Unite.

 

Il quadro di riferimento dovrebbe includere un numero limitato di obiettivi, chiari e stimolanti, affrontando non solo target quantitativi, ma anche quelli qualitativi, come le norme in materia di istruzione, nutrizione, accesso all’acqua potabile e di aria. Il Piano risultante dovrebbe applicarsi a tutti i paesi, ed essere rilevante per tutti i cittadini del pianeta garantendo un partenariato efficace tra i governi, la società civile e il settore privato a livello nazionale e internazionale. Secondo il Commissario europeo per l’Ambiente Janez Potočnik “Gli sforzi per porre fine alla povertà devono andare di pari passo con lo sviluppo sostenibile, altrimenti semplicemente non avrà successo. Ecco perché la comunicazione odierna propone un quadro unitario e coerente per offrire una vita dignitosa per tutti entro il 2030.”