• Articolo Bruxelles, 16 dicembre 2011
  • A favore della fauna acquatica

    UE: stop al fosforo nei detersivi

  • Approvate le misure che limitano la presenza di fosforo nei detergenti, nell’intento di fermare il fenomeno dell’eutrofizzazione nei corsi d’acqua europei

(Rinnovabili.it) – A partire da giugno 2013 la dose standard di detersivo per lavastoviglie non dovrà contenere più di 0,5 grammi di fosforo. A deciderlo è stato il Parlamento europeo, mercoledì scorso, affrontando la questione della protezione della vita acquatica nei corsi d’acqua e dei mari dell’Unione Europea. Il fosforo, sotto-forma di fosfati e fosfonati, è la principale causa del fenomeno dell’eutrofizzazione di fiumi e bacini; questo elemento chimico è in grado di provocare un’eccessiva proliferazione delle specie algali con conseguente soffocamento di pesci e altre forme di vita acquatiche. Tra le aree più colpite in Europa troviamo il mar Baltico e il bacino del Danubio. L’approvazione alle misure è stata data in conformità con quanto concordato dal Consiglio (631 voti a favore, 18 contrari e 4 astenuti). “Limitando severamente la presenza del fosforo nei detersivi per bucato e lavastoviglie, abbiamo fatto bene sia per l’ambiente che per i consumatori, certi che questi prodotti saranno più rispettosi dell’ambiente”, ha dichiarato il relatore del Parlamento, Bill Newton Dunn (ALDE, UK). L’accordo, destinato a diventare direttiva comunitaria, prevede di raggiungere un limite pari a 0.3 grammi entro il primo gennaio 2017.