• Articolo Washington, 24 settembre 2012
  • Un passaggio alla Camera che spaventa gli americani

    Una legge minaccia la salute degli americani

  • Per proteggere i posti di lavoro nel settore del carbone si vota si ad una legge che potrebbe danneggiare la salute degli americani…la politica è divisa tra economia e ambiente

(Rinnovabili.it) – Il disegno di legge del Partito Repubblicano (GOP) che revoca parte delle norme ambientali è stato approvato venerdì dalla Camera dei Deputati degli Stati Uniti, pronto per passare al Senato. In questo modo, criticano alcuni gruppi ambientalisti e il partito dei Verdi, il pericolo è che vangano rimosse le fasce di regolazione relative al settore del carbone mettendo a serio rischio la salute di tutta la popolazione.

Lo Stop The War on Coal Act, pacchetto contenente 5 progetti di Legge, a detta dei Repubblicani starebbe danneggiando l’economia e l’industria del carbone così come il potere dell’Agenzia Statunitense per la Protezione Ambientale (EPA) che si occupa di regolamentare i tassi di emissione delle centrali elettriche del paese. Il GOP ha motivato la scelta dichiarando che a causa dei vincoli ambientali sarebbero a rischio troppi posti di lavoro, dato che i proprietari delle aziende e delle centrali inquinanti preferiscono la chiusura degli stabilimenti all’adeguamento alle norme ambientali rimproverando così la “guerra al carbone” combattuta in prima persona dal presidente Obama. Steve Cochran, vice-presidente della campagna per il clima e per l’aria dell’Environmental Defense Fund (EDF), ha detto che “l’America merita di meglio” di un disegno di legge che non riesca ad evitare migliaia di morti premature ogni anno, insieme ad altri problemi di salute causati dalla eccessiva concentrazione di inquinanti nell’aria. “Il disegno di legge potrebbe minare la nostra capacità di assicurare che tutti gli americani possano respirare aria pulita e usufruire di un ambiente sicuro e sano, lontano dai rischi”, ha detto in una dichiarazione. “I sostenitori del Congresso hanno cercato di mascherare questo disegno di legge facendolo sembrare un modo per proteggere i posti di lavoro nel settore del carbone, anche se l’industria del carbone è sotto stress soprattutto a causa della pressione della concorrenza a basso prezzo del gas naturale”.