• Articolo Washington, 8 gennaio 2013
  • In attesa dello State of the Union

    Usa: le ONG chiedono ad Obama maggiore impegno ambientale

  • In attesa del discorso annuale di Obama 70 rappresentanti di ONG statunitensi chiedono al presidente un impegno maggiore nelle politiche ambientali

(Rinnovabili.it)- Le ONG americane hanno lanciato un importante appello al presidente statunitense. Dopo le critiche rivolte ad un programma ambientale poco attento ai problemi attuali 70 presidenti delle associazioni ambientaliste hanno invitato Obama a concentrarsi di più sulle problematiche legate al clima proponendo, nell’imminente discorso State of the Union che si terrà a fine mese, soluzioni pratiche che i cittadini possano adottare e comprendere. Agli attivisti non basta infatti che il presidente Usa  abbia dichiarato apertamente di credere nelle conseguenze negative determinate dal cambiamento climatico, vogliono azioni concrete che vadano a modificare il rapporto che intercorre tra l’inquinamento da anidride carbonica e le condizioni meteorologiche estreme.

 

Dal capo dei verdi statunitensi l’invito al presidente affinché vengano inasprite le orme che regolamentano i limiti di emissione agendo anche sul miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici e sostituendo le flotte inquinanti con mezzi ecologici passando gradualmente alla produzione della maggior parte necessaria necessaria al paese sfruttando fonti rinnovabili. Da queste modifiche, commenta il leader dei verdi, nasceranno anche nuovi posti di lavoro.

Oltre a scegliere energie meno inquinanti il paese, suggeriscono le ONG, dovrà limitare il più possibile gli investimenti in settori ad alta intensità di carbonio, limitando il consumo di combustibili fossili, altamente inquinanti.