• Articolo Udine, 6 dicembre 2012
  • Firmato il protocollo d’intesa tra Asdi Sedia e Confindustria di Udine

    In Friuli nasce il primo “Green District” d’Europa

  • Le imprese collegate al Distretto della Sedia hanno acquisito una certificazione “aggregata” in un’ottica green, per soddisfare le esigenze di un mercato sempre più attento all’ambiente

(Rinnovabili.it) – Sull’ambiente si fa gioco di squadra nel Friuli Venezia Giulia. La Regione ha dato i natali al primo esempio in Italia e in Europa di Green District, un contenitore territoriale per raccogliere insieme realtà industriali attente alla salvaguardia ambientale. L’iniziativa, che è il frutto dell’accordo firmato tra l’Asdi Sedia ed è stata sposata da Confindustria di Udine, coinvolge tutte quelle aziende produttrice della filiera collegata al Distretto della Sedia  che hanno acquisito una certificazione “aggregata” in un’ottica green. Il protocollo d’intesa alla base del progetto mira diffondere e valorizzare le “best practice” ambientali nel settore legno-arredo, costituendo una vetrina per le iniziative di green economy sviluppate dal comparto.

 

Per il prossimo anno, Asdi Sedia e Confindustria Udine collaboreranno per diffondere una cultura produttiva maggiormente sostenibile, con particolare attenzione al comparto legno-arredo locale, e per  sviluppare nuove iniziative dedicate alla valorizzazione dell’ambiente e delle risorse naturali. “Il successo della certificazione catena di custodia FSC – aggiunge il presidente di Asdi Sedia Giusto Maurig – conferma la sensibilità delle nostre aziende nel contribuire attivamente alla salvaguardia dell’ambiente, orientando la propria produzione ad una sua più attenta tutela. Un valore da preservare e valorizzare sia a livello locale che globale”.