• Articolo Bruxelles, 26 marzo 2013
  • Un rapporto della Federazione Europea dei Contenitori in vetro

    Vetro: l’Europa ne ricicla il 70%, parola di FEVE

  • Dalla FEVE arriva la notizia che l’Europa ha riciclato nel 2011 il 705 degli imballaggi in vetro con notevoli vantaggi ambientali ed economici

(Rinnovabili.it) – La Federazione Europea dei Contenitori in vetro (FEVE) ha comunicato oggi che i tassi di riciclo in Europa sono in aumento. Il tasso medio di riciclo infatti ha segnato quota superiore al 70%, che tradotto significa che più di 11 milioni di tonnellate di vetro sono stati raccolti e avviati al riciclo nell’Ue nel corso del 2011.

Paesi come Austria, Belgio, Irlanda, Lussemburgo, Germania, Svezia e Paesi Bassi hanno notevolmente migliorato le proprie prestazioni e tanti altri paesi stanno guadagnando punti cercando di rispettare le normative vigenti.

L’Italia si posiziona ad un ottimo 4° posto nella classifica europea del riciclo del vetro dopo Germania, Francia e Inghilterra. I risultati sono stati ottenuti grazie alla collaborazione tra cittadini, imprese e consorzi di recupero e riciclaggio che di concenrto hanno dato vita ad un ciclo produttivo e di smaltimento positivo che, oltre ad informare, ha prodotto risultati in termini di materiali recuperati. Riciclare gli imballaggi in vetro è infatti un’ottima modalità per dare nuova vita ad un materiale prezioso, resistente e igienico. “Non abbiamo problemi ad assorbire e riciclare più rottame di vetro, sempre che questo sia di alta qualità. Il riciclo del vetro è l’elemento chiave di un’economia circolare – perché il riciclo chiude la catena di un sistema chiuso – afferma Stefan Jaenecke Presidente di FEVE – Il riciclo del vetro consente di risparmiare materie prime, energia e riduce i costi di produzione”.


Costituito da sabbia, carbonato di sodio e carbonato di calcio il vetro è riciclabile al 100% e all’infinito e ogni volta che viene avviato al riciclo un contenitore permette di risparmiare importanti risorse ed energia preziosa riducendo il quantitativo di emissioni inquinanti.

Grazie al riciclo nel 2011 si è evitato il consumo di 12 milioni di tonnellate di materie prime e l’emissione di 7 milioni di tonnellate di CO2. “Il vetro è un materiale che non richiede alcun accorgimento, barriera o additivo per conservare cibi e bevande e la sua infinita riciclabilità è una peculiarità fondamentale e tipica di questo materiale naturale”, afferma il Segretario Generale di FEVE, Adeline Farrelly, che aggiunge “sosteniamo una legislazione appropriata che riconosca ed sostenga in modo effettivo il riciclo del vetro”.