• Articolo Ashkelon, 24 maggio 2012
  • Da GE turbine a gas aeroderivate per Israele

  • Una commessa da 200 milioni di dollari prevede l’installazione delle unità GE presso una centrale elettrica da 800 MW di Dorad Energy

GE ha annunciato la spedizione di dodici turbine a gas di derivazione aeronautica, modello LM-6000PC Sprint™, alla centrale elettrica Dorad Energy di Ashkelon, in Israele, per soddisfare parte del contratto da 200 milioni di dollari con Wood Group GTS. L’impianto svolgerà un ruolo determinante nell’innalzare i livelli di affidabilità del sistema elettrico nazionale israeliano, rappresentando uno dei primi e il più grande impianto energetico indipendente presente sul territorio da quando, alcuni anni fa, il mercato elettrico è stato deregolamentato.

GE prevede l’avvio delle operazioni commerciali per la seconda metà del 2013. I generatori delle turbine a gas sono prodotti presso l’impianto di Veresegyház, vicino a Budapest, in Ungheria, attivo dal 2000 e base della produzione di componenti di turbine GE nella regione dell’Europa centrale.

“La deregulation del settore energetico attuata da Israele aveva come principali obiettivi l’aumento dei rifornimenti, la diminuzione dei prezzi e il rinvigorimento dell’innovazione tecnologica, aspetti che oggi possiamo iniziare a garantire in maniera tangibile grazie a questo progetto”, ha osservato Eli Asulin, general manager di Dorad Energy. “GE ricopre un ruolo essenziale in questo processo; non solo come fornitore di tecnologie avanzate ma anche come business leader globale in grado di aiutarci a comprendere e a cogliere le tante opportunità che si presentano per trarne il massimo vantaggio possibile”.

Il sistema elettrico di Israele è caratterizzato da minimi margini di riserva o di capacità aggiuntiva per fare fronte ai periodi di picco; questo significa che in presenza di un forte aumento della richiesta vi è il rischio di interruzioni nella fornitura. Le turbine a gas aeroderivate LM6000-PC Sprint di GE sono delle unità a elevata potenza altamente efficienti la cui configurazione permetterà di attivarne e disattivarne intere sezioni in maniera molto rapida senza introdurre perdite in termini di efficienza energetica. Questo garantirà i massimi livelli di flessibilità ed efficienza dell’impianto in qualsiasi modalità operativa. La centrale utilizza un design a ciclo combinato: il calore generato dalle turbine a gas viene riutilizzato per produrre vapore e alimentare due generatori basati su turbina a vapore, a vantaggio di un ulteriore incremento dei livelli complessivi di output con percentuali di efficienza più elevate.

“L’innovativa tecnologia dei sistemi LM6000-PC Sprint di GE risolve il problema dell’erogazione o della limitazione di grossi volumi di energia in tempi rapidi che occorrono per reagire velocemente alle mutevoli condizioni del mercato, senza compromettere però le efficienze e le economie che caratterizzano il funzionamento con il carico di base”, ha sottolineato Darryl Wilson, Vice President—Aeroderivative Gas Turbines di GE Power & Water. “L’energia proveniente da queste unità contribuirà a stabilizzare la rete che alimenta l’intero sistema economico del Paese; l’efficienza e la capacità di supportare carico di base, cicli e picchi e permetteranno all’impianto di Dorad Energy di massimizzare le opportunità di profitto”.

GE ha firmato l’accordo con Wood Group GTS, l’impresa EPC (engineering, procurement and construction) che si occupa della costruzione della centrale per conto di Dorad Energy. Divisione di John Wood Group PLC, Wood Group GTS fornirà inoltre i generatori con turbine a vapore e le relative attrezzature di supporto.

Gli utenti finali di vari settori e la Israel Electric Corporation (IEC) acquisteranno l’energia prodotta dall’impianto, mentre la rete IEC si occuperà della trasmissione e distribuzione della stessa. Data la sua importanza, l’impianto potrà utilizzare due combustibili diversi, principalmente gas naturale ma anche distillati petroliferi se necessario.

Molti clienti hanno scelto GE per supportare l’infrastruttura energetica di Israele. Negli ultimi sei mesi GE ha ricevuto, ad esempio, commesse per la fornitura di altre quattro unità LM6000 da destinare a diversi progetti di centrali elettriche situate a Ramle, Ashdod e Ramat Negev: con queste installazioni la base complessiva di potenza installata di turbine LM6000 in Israele arriverà alle 17 unità.

In un mondo in continuo cambiamento e con esigenze energetiche diverse, il portafoglio di innovative soluzioni per l’energia distribuita di GE, che vanno da 100 chilowatt a 100 megawatt, offre alle aziende e alle comunità di tutto il mondo la capacità di generare energia affidabile ed efficiente utilizzando un’ampia varietà di combustibili ovunque, sia on-the-grid sia off-the grid. Le soluzioni per l’energia distribuita di GE offrono a clienti di tutti i tipi – dalle industrie alle comunità in via di sviluppo, fino ai funzionari governativi che gestiscono catastrofi e altre situazioni di emergenza – la capacità di generare energia affidabile e sostenibile quando e dove serve. L’offerta per l’energia distribuita di GE comprende turbine a gas di derivazione aeronautica, motori a gas Jenbacher e Waukesha e soluzioni per il recupero del calore di scarto.