• Articolo Bristol, 21 novembre 2014
  • Sulle strade inglesi da questo giovedì

    In Gran Bretagna arriva Poo-bus, l’autobus alimentato dalle toilette

  • Il veicolo è stato messo su strada, ieri, sulla tratta Bath-Bristol. Con un pieno di biogas può percorrere fino a 300 km

In Gran Bretagna arriva Poo-bus, l’autobus alimentato dalle toilette

Fotografia di Wessex Water-PA

 

(Rinnovabili.it) – Anche la Gran Bretagna mette alla prova la sua capacità di produzione di biogas per l’autotrazione e lo fa con un progetto originale dal nome alquanto esplicito: Poo-bus. Si tratta del primo autobus “bio” della nazione alimentato esclusivamente con il metano ottenuto dai rifiuti organici umani e dagli scarti alimentari. Il veicolo è stato messo su strada, per la prima volta, ieri dalla Bath Bus Company sulla tratta Bath-Bristol; ed è proprio quest’ultima la città dove viene prodotto il carburante del Poo-bus. Il metano proviene dagli impianti di trattamento delle acque reflue di Bristol, gestiti da Geneco, (una filiale di Wessex Water) che questa settimana ha segnato anche un secondo primato nel Regno Unito: è divenuta la prima società della nazione ad immettere biometano prodotto da reflui umani e rifiuti alimentari nella rete del gas naturale.

 

“Attraverso il trattamento delle acque reflue – ha spiegato alla stampa Mohammed Saddiq, direttore generale di Geneco – siamo in grado di produrre abbastanza biofuel per fornire una significativa fornitura di gas alla rete nazionale del gas, alimentando circa 8.500 case e il Poo-bus”. Gli ingegneri sono convinti che l’innovativo veicolo possa fornire un valido esempio di come alimentare in maniera sostenibile i mezzi pubblici, migliorando la qualità dell’aria urbana. Con un pieno di biogas – pari alle deiezioni umane di 5 persone in un anno, ci tiene  a far sapere la società – l’autobus può percorrere fino a 300 km. Un quantitativo facilmente ottenibile dall’utility inglese i cui impianti di trattamento processano fino a 75 milioni di metri cubi di liquami domestici e 35.000 tonnellate di rifiuti alimentari provenienti da abitazioni, supermercati e produttori di alimenti ogni anno.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *