• Articolo Washington, 16 novembre 2011
  • Un'indagine condotta intervistando 50 esperti di settore

    USA: l’efficienza energetica fa scendere i consumi del 15%

  • Aumentando l’efficienza energetica entro il 2020 gli Usa potrebbero ottenere una diminuzione dei consumi del 15%

(Rinnovabili.it) – L’efficienza energetica potrebbe ridurre il consumo di energia elettrica nel Stati Uniti del 5-15% entro il 2020. A rivelarlo è un sondaggio condotto dal Brattle Group esaminando un campione di 50 esperti del settore energetico.

L’aumento del costo di generazione e distribuzione energetica potrebbero portare ad una riduzione della domanda energetica e della richiesta di gas naturale rispettivamente del 7.5-15% e del 5-10%, rivela il sondaggio a cui sono stati chiamati a rispondere rappresentanti dei servizi pubblici, di categorie no-profit, pubblica amministrazione, università, ricerca laboratori e consulenti.

Il rapporto Energy Efficiency and Demand Response in 2020 – A Survey of Expert Opinion rivela che la diminuzione dei consumi potrà essere raggiunta qualora si ottenere solo attraverso una serie di progressi tecnologici accompagnati da una significativa variazione dei comportamenti umani quotidiani.

Le variazioni dei consumi, diverse a seconda delle regioni e dipendenti da più fattoria dimostra che c’è sempre spazio per l’efficienza energetica come chiave per la riduzione dei consumi e per abbassare il quantitativo di inquinanti emesso dal comparto. “L’indagine mostra chiaramente che l’età di efficienza energetica non è arrivata alla fine” ha dichiarato Ahmad Faruqui, autore del rapporto, specificando che nei prossimi anni potrebbe verificarsi un aumento dell’interesse e dell’efficienza dei dispositivi per la riduzione dei consumi.