• Articolo Stoccolma, 27 agosto 2012
  • J. Potočnik: “Entro fine anno il documento strategico per preservare le risorse idriche europee”

    Acqua: iniziata ieri la World Water Week

  • L’evento organizzato dallo Stockholm International Water Institute (SIWI) ha voluto concentrare l’edizione di quest’anno sulla riduzione degli scarti alimentari

(Rinnovabili.it) – Un nesso imprescindibile quello tra acqua, energia e cibo, che oggi più che mai deve essere sostenibile. È questo l’appello con cui si è aperta ieri nella capitale svedese la Settimana Mondiale dell’Acqua, un evento al quale ogni anno prendono parte i leader di tutto il mondo e che quest’anno ha deciso di dedicarsi alla sicurezza idrica e alimentare. Per il Direttore Esecutivo dello Stockholm International Water Institute, l’ente che ha organizzato l’evento, Torgny Holmgren, più di un quarto di tutta l’acqua utilizzata in tutto il mondo viene impiegata per produrre un miliardo di tonnellate di cibo che nessuno mangia; per questo, ridurre lo spreco di cibo è, a suo avviso, la via più intelligente e più immediata per ridurre la pressione sulle risorse idriche e sul territorio. Alla cerimonia di apertura, infatti, i leader partecipanti a chiesto all’unanimità un aumento sostanziale degli investimenti del settore pubblico e privato non solo per ridurre gli sprechi di cibo, ma anche per migliorare l’efficienza idrica in agricoltura e ridurre i rifiuti dei consumatori.

Anche per il Commissario europeo all’Ambiente, Janez Potočnik, risulta essenziale lo sviluppo di politiche integrate sostenibili che portino a scelte coerenti e responsabili nei settori idrico, energetico e alimentare. «La disponibilità d’acqua in tutto il mondo non può essere data per scontata» ha dichiarato Potočnik, ricordando la siccità che quest’estate ha colpito varie zone del mondo, soprattutto negli Stati Uniti, ma anche in buona parte dell’Europa Meridionale e Orientale. E a questo proposito ha tenuto a precisare che entro la fine dell’anno la Commissione pubblicherà un documento strategico che mirerà a salvaguardare le risorse idriche europee.