• Articolo Trieste, 25 ottobre 2011
  • L’obiettivo è riuscire a rendere sostenibili le esigenze socio-economiche

    Carugate, best practice di pianificazione urbanistica sostenibile

  • L’esperienza del comune milanese è stata illustrata in una conferenza organizzata nell’ambito di PATRES, il progetto EU che promuove l’edilizia “verde” nelle PA

(Rinnovabili.it) – Risparmio energetico, utilizzo di fonti di energia rinnovabile e impiego di tecnologie bioclimatiche. Questa la ricetta scelta da Carugate, un piccolo comune alle porte di Milano che ben 8 anni fa ha deciso di adottare un regolamento edilizio capace di salvaguardare l’ambiente e far risparmiare denaro. Ma oltre a migliorare il parco edilizio, Carugate è andato oltre e recentemente ha anche inaugurato un servizio di bike sharing, realizzato la casa dell’acqua comunale e dato il via alla sperimentazione del Kyoto Asphalt, un asfalto capace di combattere il fenomeno delle isole di calore: tutte iniziative che lo hanno reso una delle best practice a livello nazionale. L’esperienza del piccolo comune milanese è stata illustrata, insieme ad altre, alla conferenza organizzata a Trieste (nell’AREA Science Park) nell’ambito di Public Administration Training and coaching on Renewable Energy Systems (PATRES), il progetto europeo che promuove l’edilizia sostenibile nelle Pubbliche Amministrazioni. Gli esperti che hanno preso parte alla conferenza, provenienti da 8 Paesi europei, si sono confrontati sulle innovazioni tecnologiche, l’implementazione delle FER e le problematiche in atto, nell’ottica di arrivare a soluzioni in grado di coniugare le esigenze socio-economiche alla sostenibilità.