• Articolo Roma, 15 novembre 2012
  • Anche le scuole saranno coinvolte con due concorsi ad hoc

    Da domani si festeggia l’albero con Legambiente

  • La diciottesima edizione della Festa dell’Albero, in programma per il 21 novembre, mira quest’anno a promuovere percorsi partecipati di co-gestione delle aree verdi urbane

(Rinnovabili.it) – «Gli alberi sono i “polmoni verdi” della Terra e svolgono un ruolo fondamentale nella prevenzione del dissesto idrogeologico, nel mantenimento degli equilibri del pianeta e per la qualità della vita. Per questo vanno tutelati e protetti». Sono queste le parole che ha usato il direttore generale di Legambiente, Rossella Muroni, per lanciare la Festa dell’Albero, il consueto appuntamento di Legambiente in programma quest’anno per il prossimo 21 novembre, ideato con l’intento di riscoprire, valorizzare e riqualificare il verde urbano. Giunto alla sua XVIII edizione, l’evento quest’anno punta a far sì che amministrazioni ed enti locali, unitamente ai cittadini, convergano verso percorsi partecipati di co-gestione delle aree verdi, con il duplice obiettivo di riqualificare il tessuto urbano e promuovere l’aggregazione sociale.

 

A partire da domani, infatti, con un po’ di anticipo sull’inizio dell’evento, ci saranno varie iniziative lungo tutta la penisola: il 16, a Roma, Legambiente e Libera pianteranno l’Albero della Memoria e dell’Impegno dedicato alle vittime di mafia nei giardini di Corso Sempione; il 17, i cittadini di Potenza saranno coinvolti in una guerrilla gardening; mentre il 18, a Desio (Mi) sarà celebrato il Parco Ambrogio Mauri. Dal 21, invece, inizierà la programmazione vera e propria della festa, con oltre 500 appuntamenti tra piantumazioni, iniziative varie di educazione ambientale e la messa a dimora di diverse specie arboricole. Largo spazio sarà dato anche alle scuole (sono oltre 2.000 le classi che festeggeranno l’Albero), quest’anno coinvolte da Legambiente con due concorsi: il primo, “L’albero racconta”, è un concorso letterario rivolto agli alunni dai 7 ai 13 anni; il secondo, “Storia di un parco”, è invece un concorso giornalistico per gli studenti dagli 11 ai 18 anni. La campagna di Legambiente realizzata nell’ambito di un Protocollo d’intesa con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, aderisce alla Settimana UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile, in programma dal 19 al 25 novembre.