• Articolo Rimini, 7 novembre 2012
  • A Rimini dal 7 al 10 novembre

    Ecomondo, la Green Economy in fiera

  • Si apre oggi la sedicesima edizione della fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile

Ecomondo, la Green Economy in fieraIl mondo della Green Economy torna a darsi appuntamento a Rimini Fiera. Si apre oggi la sedicesima edizione di ECOMONDO, la fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile. Da oggi a sabato 10 novembre il quartiere riminese apre i battenti a temi della sostenibilità ambientale e dell’innovazione tecnologica green, accogliendo nei suoi 16 padiglioni 1200 imprese e gli oltre 75.000 visitatori professionali attesi. La quattro giorni torna a parlare all’elite della Green Economy in una veste ancora più “eco”. Oggi, infatti, alla presenza del Ministro dell´Ambiente Corrado Clini, è stato inaugurato ufficialmente anche il nuovo sistema fotovoltaico a copertura dei padiglioni del polo fieristico; installato da Green Utility detiene il primato di impianto architettonicamente integrato con caratteristiche innovative più grande d’Italia.

 

SEDICI PADIGLIONI, UN CORE BUSINESS Al centro della vasta sezione espositivo c’è sempre il ciclo dei rifiuti esplorato nella sua completezza nella sezione WASTE e INERTECH dalla raccolta e trasporto al riciclaggio e fabbricazione dei prodotti di recupero fino alla riqualificazione e bonifica delle aree siti contaminati con le sezioni DECOMMISSIONING e RECLAIM EXPO. Un focus speciale è stato riservato alla selezione e recupero dei rottami ferrosi e non ferrosi e la predisposizione per il commercio e al riciclo dei RAEE domestici e industriali; in primo piano anche la filiera delle Bioplastiche attraverso uno sguardo attento a tutti i settori di applicazione ed uno spazio d’eccezione: ECOBUY, luogo di incontro tra domanda e offerta di prodotti ecologici ed esposizione di aziende che hanno fatto dell’ambiente una chiave di competitività. L’area “rifiuti” è affiancata da  sezioni con tematiche collaterali, come il ciclo integrato dell’acqua  e il comparto “aria” (ORO BLU e AIR), e spazi a vocazione olistica; torna infatti per la sua 6° edizione “La Città sostenibile”, riproduzione virtuale di  uno spaccato cittadino dove le aziende proporranno le soluzioni più innovative utili ad esaltare il concetto di Smart City facendo riferimento ai settori Building (progettazione, revamping, interior habitat), Rifiuti (filiera, riuso), Energia (produzione, risparmio, accumulo), Mobilità (biofuel, zero emissioni, logistica, qualità dell’aria, car sharing/pooling) e Social-Education (Interculturale, corsi di progettazione, di formazione con attestati e crediti), Comunicazione (ICT, indicatori), Tempo libero (aree verdi, cibo a Km zero, luoghi di aggregazione).

In contemporanea ad Ecomondo si svolgerà anche la quinta edizione di COOPERAMBIENTE, evento promosso da Legacoop per mettere in evidenza le migliori esperienze imprenditoriali maturate nell’ambito della green economy in ambito cooperativo. Al suo interno sarà assegnato il Premio CooperAmbiente, 5° edizione del riconoscimento per le migliori pratiche cooperative relativamente alla lotta ai cambiamenti climatici, all’efficienza energetica e alle energie rinnovabili.

 

GLI STATI GENERALI DELLA GREEN ECONOMY La leadership conquistata dalla manifestazione in questi anni ha fatto sì che il ministero dell’Ambiente la privilegiasse come luogo d’eccezione per lo svolgimento degli Stati Generali della Green Economy (7 e 8 novembre). L’appuntamento è il frutto di un percorso lavorativo compiuto da 39 organizzazione di imprese in collaborazione con il Dicastero e con il coordinamento della Fondazione Sviluppo Sostenibile a cui si aggiunge un calendario di ben 150 eventi. Convegni, incontri dibattiti, tutti accomunati dal fil rouge dell’Economia Verde e dell’innovazione tecnologica e curati dal comitato scientifico di Ecomondo.

 

“La programmazione dei convegni – spiega il Prof. Luciano Morselli, coordinatore scientifico di ECOMONDO – segue uno schema ormai collaudato, con sezioni tematiche che contribuiscono all’aggiornamento della ricerca industriale e all’innovazione grazie alla presentazione di casi studio e di modelli di gestione ambientale, esaltando la nuova cultura ambientale che si sta affermando”.

 

Ed in nome di quelle innovazioni tecnologiche di cui la fiera si fa piattaforma e vetrina, Ecomondo ha scelto i social network per divulgare i suoi messaggi, le news e le proposte, scambiando in tempo reale idee e riflessioni con le persone connesse, in fiera o a distanza. Per tutti coloro che si muoveranno nei social network legati a Ecomondo è riservato un biglietto omaggio dotato di un codice per l’ingresso gratuito in fiera, svelato e promosso proprio su Facebook, Twitter, LinkedIn e Google+.