• Articolo Roma, 11 marzo 2013
  • Un evento in collaborazione con Aics

    Ecovela Play, la raccolta viene promossa e diventa nazionale

  • Grazie al successo della manifestazione locale gli eventi hanno assunto una portata nazionale con la prospettiva di diffondere informazioni e migliorare la raccolta dei rifiuti

(Rinnovabili.it) – Sono partite dal Lazio ma hanno conquistato tutta l’Italia le regate sportive per la raccolta dei rifiuti e per la sensibilizzazione sulle tematiche ambientali.

Ecovela Play, promosso dall’Aics come evento di importanza nazionale, sta riscontrando sempre maggiore successo proprio grazie alla collaborazione dell’Agenzia romana “Oggi, grazie alla sensibilità del Presidente nazionale dell’AICS, l’On. Bruno Molea, da sempre attento alle tematiche ambientali, il progetto è stato votato dalla Direzione Nazionale dell’AICS e promosso alla dimensione nazionale” ha dichiarato Andrea Nesi fondatore e presidente di Ecovela Play.

 

“Questo passaggio – sottolinea Nesi riferendosi al respiro nazionale assunto dalla manifestazione – non rappresenta una mera formalità, ma ci apre la possibilità di lanciare la campagna nazionale di affiliazione di circoli velici ed associazioni velico sportive che sentano il dovere di offrire il proprio contributo al benessere del pianeta. L’affiliazione prevede l’impegno a realizzare e foto-documentare almeno una regata o altro evento sportivo legato ad una raccolta rifiuti ogni anno, a diffondere una coscienza ambientale tra i propri soci e/o frequentatori delle proprie strutture, a non somministrare prodotti alimentari OGM e promuovere la dieta mediterranea quale alimentazione ideale.
Lo scorso Settembre, nel corso di un evento Ecovela Play tenutosi sul lago di Bracciano, abbiamo individuato, denunciato e fatto rimuovere una piccola discarica abusiva di Eternit. Ci aspettiamo nei prossimi mesi ed anni un’impennata di questo tipo di iniziative e conseguenti concreti risultati positivi per l’ambiente. La dimensione nazionale accordataci dall’Aics aiutera’ a raggiungere questo obiettivo”, conclude Nesi.