• Articolo Napoli, 15 marzo 2012
  • L’evento, giunto alla sua 5° edizione, sarà in programma dal 22 al 24 marzo

    Energy Med: a Napoli, una fiera su FER ed efficienza energetica

  • La mostra ospiterà i saloni espositivi di Ecobuilding, Recycle e MobilityMed ed articolerà circa 18 workshop sui temi della sostenibilità energetica

(Rinnovabili.it) – Dal fotovoltaico all’eolico, passando per la geotermia, le biomasse, l’acqua e la mobilità sostenibile, il riciclo e la valorizzazione dei rifiuti, il green building e l’efficienza energetica – sono queste le principali tecnologie green che verranno presentate e discusse al prossimo EnergyMed (la più importante fiera sulle Fonti Rinnovabili di tutto il sud Italia), giunto quest’anno alla sua quinta edizione e in programma, dal 22 al 24 marzo, presso la Mostra d’Oltremare di Napoli.

In particolare, l’evento – che vedrà la partecipazione, in ambito nazionale, di numerose imprese, istituzioni, istituti di ricerca, università ed esperti di settore – ospiterà in 3 grandi saloni tematici (Ecobuilding, Recycle e MobilityMed) ed articolerà, nelle due giornate d’appuntamento, circa 18 convegni e workshop incentrati sui problemi di inquinamento e alto consumo di acqua, luce e gas e sulle loro possibili risoluzioni attraverso l’analisi di soluzioni tecnologiche innovative (e sostenibili) per la riduzione dei consumi. Tra le iniziative previste, ci sarà anche la “Low Emission”, si potranno guidare delle vetture elettriche, a metano e a gpl. Infine, come nelle edizioni precedenti, verrà assegnato il Premio EnergyMed, destinato alla migliore istallazione di un impianto fotovoltaico. L’evento, promosso da Comune di Napoline realizzato con il sostegno di Arin (Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Salerno), Enel, Mostra d’Oltremare, Napoletanagas e Tirreno Power, vedrà inoltre la partecipazione di circa 200 espositori che presenteranno le nuove tecnologie per la produzione e l’utilizzo delle fonti rinnovabili, in uno spazio di 10.000 mq tra spazi “dimostrativi” coperti e scoperti.