• Articolo Washington, 4 aprile 2012
  • Il prossimo 18 e 19 aprile

    Finanza climatica, la Banche di Sviluppo ne discutono insieme

  • In programma a Washington una due giorni per dialogare su opportunità e sfide nell’attuazione del Fondo Verde per il clima

(Rinnovabili.it) – Oggi, gli enti finanziari devono affrontare la sfida dettata dall’accesso ai fondi che finanziano le misure di adattamento e mitigazione ai cambiamenti climatici. Questo quanto dichiarato dai Governi che hanno partecipato lo scorso dicembre al Summit Onu di Durban, quando è stato istituito il Green Climate Fund (GCF), ovvero l’accordo tra i paesi industrializzati finalizzato a mobilitare 100 miliardi di dollari all’anno entro il 2020. Nel tentativo di studiare nuove forme di accesso a queste risorse, il prossimo 18 e 19 aprile si terrà a Washington un’incontro sul tema “Il ruolo delle banche di sviluppo nella mobilitazione delle finanze internazionali per il clima”.

L’evento, promosso tra gli altri dal programma ambientale dell’Onu (UNEP) e dal World Resources Institute (WRI), è stato organizzato per offrire un’opportunità per aumentare la consapevolezza tra gli istituti bancari, le istituzioni finanziarie locali e altre attori chiave, sia pubblici che privati, sulle opportunità e le sfide da affrontare quando si mobilitano finanziamenti internazionali. La due giorni, inoltre, offrirà una piattaforma di discussione su una serie di temi chiave come le sfide e le opportunità incontrate nell’attuazione del Fondo verde per il clima dal punto di vista delle banche di sviluppo nazionali e delle istituzioni finanziarie locali o il ruolo degli organismi di finanziamento nell’informazione e nell’influenzamento della progettazione di nuovi meccanismi economici internazionali a favore dell’attivazione dei mercati locali del credito.