• Articolo Roma, 27 febbraio 2013
  • Il Panda premia i migliori Piani per il Clima e l’Energia

    Forlì e Siena finaliste del concorso City Challenge

  • Parte il voto on line per scegliere la città vincitrice tra le 17 finaliste del concorso internazionale promosso dal WWF

(Rinnovabili.it) – Grazie alle azioni innovative nell’ambito dell’efficientamento energetico, il Comune di Forlì e la Provincia di Siena sono state scelte come finaliste del concorso internazionale City Challenge, ideato dal WWF. A loro si uniranno le altre 15 città in lizza per ottenere il titolo di capitale Earth Hour 2013. L’iniziativa è stata lanciata in occasione dell’ “Ora della Terra 2013”, una mobilitazione globale che si svolgerà sabato 23 marzo, creata per sensibilizzare cittadini, governi e organizzazioni alla lotta al cambiamento climatico.

Attraverso il televoto, tutti potranno contribuire a stabilire quale sarà la città più virtuosa: basta esprimere la propria preferenza sul sito del WWF (“people’s choice” ) o caricare la foto della città prescelta su Instagram #peopleschoice. La premiazione finale si terrà il 19 marzo a Malmö, in Svezia.

 

Le città finaliste sono Colwood, Surrey, Vancouver (Canada), Cochin, Coimbatore, Delhi (India), Forlì e Provincia di Siena (Italia), Arendal, Oslo, Stavanger (Norvegia), Malmö, Stoccolma, Uppsala (Norvegia), Chicago, Cincinnati, San Francisco (Usa).

Il Comune di Forlì si è distinto per il suo “Piano Clima” che mira alla riduzione del 25% delle emissioni climalteranti entro il 2020. Il Piano prevede azioni concrete finalizzate alla produzione di energia da fonti rinnovabili, alla raccolta “porta a porta” dei rifiuti, alla promozione della mobilità sostenibile e a campagne di sensibilizzazione ambientale per i cittadini e le scuole.

La Provincia di Siena, invece, è stata considerata “Amica del Clima” grazie al progetto “Siena Carbon Free 2015” che mira a renderla la prima Provincia ad emissioni zero. Attraverso l’efficientamento di 90.000 caldaie, si è potuto ottenere un risparmio annuo di 30 mila tonnellate di CO2. Sono stati inoltre concessi finanziamenti per l’installazione di 700 impianti fotovoltaici totalmente integrati e 4 impianti per il recupero energetico di biogas in discariche dismesse, grazie ai quali 9.300 persone potranno ricevere elettricità.