• Articolo Roma, 25 marzo 2016
  • Il futuro dei certificati bianchi in un convegno a Roma

  • Il 12 aprile si terrà la quinta edizione della Conferenza “Certificati bianchi: titoli di efficienza energetica a portata di mano”, organizzata dalla FIRE, Federazione Italiana per l’uso Razionale dell’Energia

certificati_bianchi

 

(Rinnovabili.it) – E’ partito il conto alla rovescia per “Certificati bianchi: titoli di efficienza energetica a portata di mano”, la conferenza annuale organizzata dalla Fire, la Federazione Italiana per l’uso Razionale dell’Energia.

Giunto alla quinta edizione, l’evento offrirà agli operatori del settore un momento  di confronto fondamentale con le istituzioni interessate al meccanismo.

Meccanismo, che come ricorda la stessa Federazione, mostra oggi una leggera stanchezza. Secondo i dati del GME nel 2015 sono stati emessi circa 5,5 milioni di titoli (TEE), con un calo di 2,8 milioni di TEE rispetto al 2014 e di 1,3 milioni di TEE sul 2013. Il valore risulta inferiore anche ai 5,8 milioni di TEE del 2012. Diverse sono le problematiche emerse dal confronto con gli stakeholder e da indagini svolte da FIRE nell’ultimo anno:  autotutela, ritardi e complessità delle regole.

 

Il GSE, nel suo rapporto annuale, ha però evidenziato che il 96% delle pratiche presentate ha avuto un esito positivo e che nel biennio 2014-2015 solo una cinquantina di proposte su 27.000 è stata sottoposta all’autotutela.

Il fatto che il GSE stimi una copertura dell’obbligo 2015 pari al 77%, incluse le compensazioni del 2013 e 2014, non è stato ritenuto sufficiente dagli operatori, visto che i prezzi hanno raggiunto i 140 euro a titolo nelle ultime sessioni di mercato” ha affermato il direttore FIRE Dario Di Santo, aggiungendo “Molti dati necessari per fare valutazioni attendibili non sono pubblici e dunque è importante parlarne con le Istituzioni coinvolte: un po’ di chiarezza sarà utile al mercato e in vista della definizione degli obiettivi 2016-2020”.

 

In questo contesto la Conferenza FIRE vuole essere il momento migliore sia per gli operatori che hanno bisogno di informazioni e di chiarimenti, sia per le istituzioni che ricevono contributi e suggerimenti per il miglioramento dello schema. L’appuntamento è per il 12 aprile a Roma presso il Centro congressi Fontana di Trevi; sono attesi esponenti di MiSE, MATTM, AEEGSI, GSE, ENEA, RSE, associazioni di categoria e di settore, operatori attivi nel meccanismo e leader di mercato.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *