• Articolo Bologna, 2 maggio 2012
  • Il Festival, giunto alla sua III edizione, sarà in programma a Bologna dal 2 al 5 maggio

    Green Social Festival: riparte la fiera degli eventi sostenibili

  • Nel corso dell’appuntamento sono previsti workshop, mostre, spettacoli per sensibilizzare il pubblico verso i temi della sostenibilità sociale e ambientale

E’ partita oggi la III edizione del Green Social Festival (in programma a Bologna dal 2 al 5 maggio), una delle più grandi fiere rivolte al pubblico e incentrata sui temi della sostenibilità sociale e ambientale, dell’energia pulita, del clima, della mobilità, dell’urbanistica sostenibile e della green economy.

Il Festival in particolare, ha l’obiettivo di aumentare la consapevolezza dei suoi ospiti verso la “creazione di un mondo migliore”, grazie anche ad una fitta “agenda” di appuntamenti, mostre, spettacoli studiati appositamente per il pubblico di ogni età. La fiera verde di Bologna, ha infatti allestito 13 location nel centro storico della città, 70 incontri, 200 relatori, 50 associazioni coinvolte, laboratori, convegni e workshop, sei mostre ed una parata musicale di bambini che suoneranno strumenti realizzati con materiale riciclato, per affrontare qualsiasi genere di argomento ambientale e sociale. Tra le varie programmazioni in corso, verrà data inoltre una speciale attenzione alla proposta di mobilità elettrica della Renault (che illustrerà i suoi piani di ‘intervento sostenibile’ durante un convegno in programma il prossimo 4 maggio) e all’Earthdesign della società Alce nero, (per il ri-utilizzo a “spreco zero” di materiali riciclati nell’industria del design sostenibile). “Uno dei punti di forza di questa fierasottolinea Paolo Amabile, organizzatore del Green Social Festival – è stato quello di aver immaginato di poter abitare in una città sostenibile e perciò abbiamo “costruito” delle location come fossero in viaggio in questa città e nel futuro. Ogni casa ha un proprio programma, green e social, futuro e colori, memoria e arte, architettura sostenibile e scienza.”

 

(Matteo Ludovisi)