• Articolo Kuwait City, 14 marzo 2012
  • Dal 12 al 14 marzo a Kuwait City

    IEF13: la tavola rotonda delle politiche energetiche mondiali

  • Tre giorni di meeting, workshop e sessioni formative, per la 13esima edizione del Forum, che ha riunito 88 Stati membri a dialogare di politiche energetiche

(Rinnovabili.it) – “Mira a promuovere una maggiore comprensione reciproca e la consapevolezza degli interessi energetici comuni tra i suoi membri”, la 13esima edizione dell’International Energy Forum (IEF). Si tratta del più importante meeting, di livello internazionale, dedicato all’industria energetica che si chiude oggi a Kuwait City. Nei tre giorni di attività l’IEF ha riunito 88 paesi membri dai sei continenti firmatari della Carta IEF che delinea un quadro globale del dialogo energetico attraverso un preciso accordo inter-governativo. Il meeting ha offerto un spazio per un dialogo aperto “tra l’offerta e la domanda” al fine di garantire la sicurezza energetica globale. Il Forum, di cadenza biennale, riunisce di volta in volta i principali ministri dell’Energia di tutto il mondo, nonché funzionari e dirigenti del settore energetico. In concomitanza si è svolta anche la quinta edizione dell’International Energy Business Forum (IEBF5), dal 12 al 13 marzo, a cui ha preso parte anche il Ministro dello Sviluppo Economico italiano, Corrado Passera. Nel corso degli incontri si sono affrontate le questioni più rilevanti, nell’intento di individuare i mezzi migliori per una maggiore sicurezza energetica, promuovendo la tempo stesso gli investimenti nella sostenibilità. Attraverso simposi, workshop e sessioni formative, il Segretariato dell’IEF ha cercato di capitalizzare dei diverse organizzazioni internazionali (APEC, EUROSTAT, IEA, OLADE OPEC e UNSD) per migliorare la trasparenza dei mercati petroliferi. Al centro del dialogo anche l’efficienza energetica, con il preciso intento di creare collaborazioni efficaci tra Stati membri e le aziende dell’IAC per una applicazione di politiche energetiche più semplici, facilitate e più attente all’impatto ambientale e sostenibilità a lungo termine delle risorse. L’IEF ha inoltre instaurato una partnership con il Global CCS Institute per lo sviluppo delle tecnologie CCS, attraverso due simposi dedicati, sperando in un continuo progresso e diffusione della tecnologia.