• Articolo Abu Dhabi, 13 novembre 2012
  • La discussione su chi fa cosa alla prossima assemblea in programma a gennaio 2013

    Il percorso di IRENA verso un futuro energetico sostenibile

  • Ieri e oggi ad Abu Dhabi il Consiglio dell’Agenzia si è riunito per valutare i risultati raggiunti e pianificare le linee strategiche da seguire per raddoppiare la quota di rinnovabili

(Rinnovabili.it) – Oltre settanta i Paesi riuniti ad Abu Dhabi alla quarta riunione del Consiglio della International Renewable Energy Agency (IRENA), uno l’obiettivo: tracciare il ruolo che la politica internazionale dovrà assumere per sostenere le energie rinnovabili. Con 160 Paesi attualmente coinvolti, IRENA è passata nel giro di un anno dalla promessa di diventare la voce mondiale delle green energy all’essere oggi un vero e proprio “hub” in cui i governi di tutto il mondo operano verso un futuro alimentato da fonti rinnovabili. All’incontro, che è iniziato ieri e si concluderà nella giornata di oggi, i membri del Consiglio hanno riconosciuto l’effettivo valore aggiunto dell’operato di IRENA, che in soli due anni ha già prodotto risultati positivi tangibili sia sull’evoluzione politica che su un migliore accesso alle informazioni finanziarie e tecnologiche.

 

In poche parole l’Agenzia sarebbe riuscita a diventare un catalizzatore fondamentale per la diversificazione internazionale del settore delle FER. Soddisfatto anche il Direttore Energia e Cambiamenti Climatici del Ministero degli Affari Esteri degli Emirati Arabi Uniti, Thani Al Zeyoudi, per la seconda volta nominato Presidente del Consiglio, il quale ha dato a tutti appuntamento a gennaio 2013 quando, in concomitanza con l’apertura della settimana della sostenibilità (13-17 gennaio), ci sarà una nuova assemblea dell’Agenzia; tra i punti all’ordine del giorno, la presentazione di proposte per i progetti nei Paesi in Via di Sviluppo, da sostenere con il prestito agevolato fornito da Abu Dhabi Fund for Development, la messa a punto del Global Renewable Energy Atlas, per mappare le risorse verdi mondiali, lo sviluppo delle linee guida da seguire, e la discussione sulle strategie da mettere in atto per implementare il Global Renewable Energy Roadmap 2030 e raddoppiare quindi la quota di energie rinnovabili nel mix energetico mondiale.