• Articolo Roma, 6 settembre 2012
  • 23 settembre, tutto pronto per la prima edizione

    Il Pianeta festeggerà lo Sharing Day

  • Si svolgerà il 23 settembre, a conclusione di Festambiente, la prima Giornata mondiale della Condivisione evento dedicato a co-housing, co-working, couchsurfing, orti urbani, car-sharing e gruppi di acquisto

(Rinnovabili.it) – La diffusione della condivisione di messi di trasporto, appartamenti e spazi sta dando i suoi frutti: mentre otteniamo vantaggi economici o prodotti naturali l’ambiente trae giovamento da uno stile di vita che tiene sempre più in considerazione l’importanza del vivere sostenibile. Per dare quindi risalto ad una buona pratica che si sta diffondendo velocemente a Festambiente Mondi Possibili, il Festival ecologista di Legambiente al Circolo degli Artisti di Roma dal 20 al 23 settembre, avrà luogo, in occasione della chiusura dell’evento, la prima Giornata Mondiale della Condivisione, che a livello internazionale si chiamerà Sharing Day.

Alla manifestazione di Legambiente, che ha ottenuto il Patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, prenderanno parte numerosi artisti “portatori di sana e robusta condivisione” tra cui Caparezza, Fiorella Mannoia, Roy Paci e Piero Pelù.

Co-housing, co-working, couchsurfing, orti urbani, car-sharing e gruppi di acquisto saranno tra i protagonisti dell’evento, raccontate attraverso la condivisione di esperienze collaborative di spicco nazionale e internazionale.

Tema centrale degli incontri, per rimanere in tema, la condivisione come stile di vita da applicare ai settori più disparati che verranno evidenziati attraverso l’organizzazione di diversi eventi. Per far conoscere l’importanza della condivisione dell’ambiente Legambiente organizza Puliamo il Mondo, evento internazionale di riqualificazione dello spazio urbano; un importante spazio sarà dedicato ai bambini, che come noi abitano le città e che hanno bisogno di avere a disposizione spazi da vivere, AreaBimbi dove verranno organizzati da educatori esperti laboratori sulla biodiversità, l’energia solare, la creazione di carta riciclata e un piccolo orto urbano.