• Articolo Roma, 3 settembre 2012
  • A novembre, a Rimini, sarà presentato il documento conclusivo

    Il settembre caldo della green economy

  • Gli Stati Generali della Green Economy convocano 4 assemblee programmatiche per parlare di servizi ambientali, FER, agricoltura ecologica e credito sostenibile

(Rinnovabili.it) – Lo sviluppo della green economy in Italia ha bisogno di individuare le priorità che il Paese deve perseguire attraverso un processo partecipato capace di coinvolgere tutti gli attori interessati. Gli Stati Generali della Green Economy si stanno preparando per la Fiera di Ecomondo, in programma a Rimini dal 6 al 7 novembre prossimi, con una serie di appuntamenti che intendono puntare i riflettori su alcuni settori chiave su cui sarà necessario puntare.

Come accaduto nel mese di luglio scorso, anche a settembre tra Roma e Milano si terranno 4 assemblee programmatiche, ciascuna incentrata su un tema specifico: il 6 presso Palazzo Valentini a Roma si parlerà dello Sviluppo dei servizi ambientali, il 14 all’Hotel Quirinale della capitale di Sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili, il 18, sempre a Roma a Palazzo Rospigliosi, di Sviluppo delle filiere agricole di qualità ecologica e il 25 all’Università Bocconi di Milano di come Sviluppare una finanza e un credito sostenibile per la green economy. Le 39 organizzazioni di imprese green che costituiscono il comitato organizzatore, supportate dal Ministero dell’Ambiente, intendono sostenere un dialogo costruttivo non solo con il Governo, ma anche con le forze politiche, le imprese e le associazioni ambientaliste. Le conclusioni cui giungerà ogni assemblea programmatica andranno a confluire nel documento finale che gli Stati Generali presenteranno in occasione dell’appuntamento fieristico riminese.