• Articolo Torino, 22 maggio 2012
  • Dal 23 maggio al 5 giugno

    Le Città Visibili: Smart City Festival

  • Partono da domani a Torino le due settimane di incontri, spettacoli e feste dedicate a tutto ciò che rende davvero “smart” una città

(Rinnovabili.it) – Torino si è già inserita nella lista di città europee che mirano a divenire modello di smart city. Accanto ai tanti interventi strutturali e ai programmi messi in campo dal comune, la città lascia ora il segno con un vero e proprio evento dagli echi antichi ma dallo spiritico futuristico. Prendendo spunto dal noto libro Calvino “Le città invisibili”, Torino ha organizzato “Le Città visibili – Smart Festival” che si svolgerà dal 23 maggio al 5 giugno. Quattordici giorni di congressi, fiere tecnologiche, incontri B2B, spettacoli, feste di piazza, mercatini biologici e presentazioni promossi dal Comune e dalla Fondazione Torino Smart City con il contributo di Iren spa e Compagnia di San Paolo.

“Il festival si presenta come un momento di riflessione pubblica diffusa in cui ciascuno è chiamato a dare un suo contributo per la Torino del futuro ed ha quindi lo scopo da un lato di mettere in campo le tante realtà già smart produttrici di buone pratiche e dall’altro di raccogliere stimoli, suggestioni, occasioni di networking, per realizzare lo scenario prodotto”.

Il programma seguirà due coordinate, quella più tradizionale del tempo attraverso una fitta agenda di appuntamenti urbani e quella stilisticamente più originale  dello spazio secondo il tema delle “cornici Calviniane”; diverse tematiche legate all’innovazione, all’ambiente e allo sviluppo descriveranno sei frame work differenti: le città Sottili, le città e gli Scambi, le città continue, le città e i segni, le città e il desiderio, le città e la memoria + le città e gli occhi. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di portare alla luce le eccellenze che già esistono a livello urbano e metterle in rete costruendo un vero e proprio tessuto di idee.