• Articolo Roma, 14 dicembre 2012
  • La XII edizione del concorso di legambiente

    Premio Innovazione Amica dell’Ambiente, vince chi pensa in verde

  • 165 le proposte presentate, 8 i vincitori. A ritirare il riconoscimento anche la mappa online del ciclista urbano e il sistema mondiale di car-sharing a flusso libero

(Rinnovabili.it) – Premio Innovazione Amica dell'Ambiente“Una rivoluzione è in atto. Dentro la crisi, in risposta alla crisi, nonostante la crisi”. Non potrebbero esserci parole migliori di quelle di Andrea Poggio, vice direttore Legambiente, per descrivere il percorso di innovazione green che sta influenzando lentamente il mercato italiano e lo stesso nostro modo di vivere. Campioni di questa “rivoluzione” sono le ben 165 realtà che hanno preso parte a questa’anno alla XII edizione del Premio innovazione amica dell’ambiente, il riconoscimento assegnato ogni anno da Legambiente e promosso in collaborazione con Confindustria, Regione Lombardia, Politecnico di Milano, Università Bocconi.

 

Le numerose candidature sono il sintomo sia di una particolare attenzione alla opportunità e potenzialità offerte dalla green economy che dello speciale rapporto che va instaurandosi tra città e territori, consumatori e azienda. Inoltre se si osserva la distribuzione geografica si scopre che il maggior numero di proposte appartiene alle Regioni del Nord in testa alla classifica numerica con 99 innovazioni (60% del totale), seguito dal Centro con 36 innovazioni (21,8% sul totale) e quindi Sud e Isole con 30 innovazioni inviate al premio (12,12%).

 

“Le realtà premiate oggi – ha dichiarato il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza – dimostrano la vitalità di una parte del Paese che ha accettato la sfida della Green Economy e che puntando su innovazione e ricerca riesce a competere creando occupazione qualificata. […] Per sostenere e promuovere questo tipo di sviluppo dovremmo però investire molto di più in innovazione e ricerca. Settori in cui l’Italia risulta essere tra le ultime in classifica destinandogli solo l’1,27% del Pil, meno della Spagna (1,38%) e della Repubblica Ceca (1,53%), e lontanissima dai paesi capofila come la Finlandia che destina al futuro ben il 3, 96% del Pil”.

 

Per il 2012 ritirano il Premio e  il logo “Innovazione Amica dell’Ambiente” 8  candidati :

 

BikeDistrict, la mappa online del ciclista urbano selezionato per l’alto grado di innovazione nel panorama italiano

 

Linea Verde & Green School di Bosch – tecnologie diesel e sistemi frenanti spa, un tool di miglioramento continuo per gestione di energia, acqua, olio, legno, carta, rifiuti.


Car2go, il servizio mondiale di car-sharing a flusso libero, un sistema già adottato in ambito europeo, oggi in fase di lancio anche in Italia.

 

DraughtMaster Modular 20 di Carlsberg Italia, sistema di spillatura della birra senza anidride carbonica aggiunta con fusti in pet.

 

Grow The Planet, il social network dedicato all’autoproduzione di ortaggi. E’ stato selezionato perché in quanto prima start up 100% digitale tutta italiana.

 

Brennone 21: il recupero “carbon zero” dell’edilizia storica di base di Laboratorio Di Architettura
Un recupero a energia zero di un edificio esistente sito in un contesto fortemente urbanizzato, a dimostrazione di come sia possibile intervenire sull’edilizia storica corrente con una valorizzazione energetica e miglioramento del comfort.

 

Lelli & Associati Architettura e Magaze per una proposta di abitare collettivo sostenibile in campagna e recupero di un’area archeologica industriale dismessa.

 

RecycleTherm Km0 di Manifattura Maiano. Si tratta di un isolante termoacustico in fibre tessili riciclate provenienti dal recupero di scarti pre e post consumo delle industrie del distretto tessile.