• Articolo Bruxelles, 17 luglio 2012
  • Rinnovato il MoU tra l’Enea e il JRC

    Rinnovabili: la rete della ricerca europea rinforza le maglie

  • L’ENEA e il Centro Comune di Ricerca della Commissione europea estendono i rapporti di collaborazione scientifica

(Rinnovabili.it) – Durerà ancora a lungo l’accordo di collaborazione che vede impegnati sul campo delle fonti rinnovabili, del green building e della mobilità sostenibile l’ENEA e il Centro Comune di Ricerca della UE. I due enti hanno infatti rinnovato il prolungamento del Memorandum of Understanding firmato per la prima volta nel 2008 per promuove la condivisione di informazioni scientifiche, strumenti e dati e lo sviluppo di nuove iniziative e progetti congiunti in aree quali energia, ambiente, sicurezza, calcolo scientifico ad alte prestazioni e sicurezza nucleare. La rinnovata intesa permetterà dunque di rinvigorire la collaborazione sul fronte delle Green Energy e  dell’edilizia ad alte prestazioni energetiche oltre che sul SETIS-SET-PLAN (Strategic Energy Technology Information System) e sulla modellistica delle reti elettriche.

“Il primo Protocollo d’intesa tra le due parti è stato siglato nel 2008 – spiega l’Agenzia nazionale – nel settore dell’efficienza energetica, del fotovoltaico, dei biocarburanti, della dimostrazione di tecnologie per la coproduzione di energia elettrica e idrogeno con l’impiego di carbone “pulito” (a basse emissioni di gas serra) e per il SET-Plan, il pilastro della politica comunitaria in materia di energia e clima. Nel 2010 è stato firmato un secondo accordo bilaterale, che ha allargato la collaborazione alle questioni ambientali. di sicurezza, anche nell’uso dell’energia nucleare, e alle infrastrutture di calcolo distribuito ad alte prestazioni (HPC and Grid computing)”. Rinforzare il rapporto significa ora assicurare continuità a quella base scientifica finalizzata allo sviluppo sostenibile dell’economia europea nell’ambito di una società a bassa impronta.