• Articolo Bologna, 27 ottobre 2014
  • SAIE 2014, risultati da record per il cinquantesimo

  • Edilizia in legno, tecnologie all’avanguardia, cementi ecocompatibili, smart city e stampanti 3D: le molteplici novità presentate al SAIE di Bologna

saie 1(Rinnovabili.it) – Il SAIE  abbassa le saracinesche sulla sua cinquantesima edizione confermando il ruolo cardine che la fiera bolognese riveste nel panorama italiano dell’edilizia. Sono stati circa 60.000 gli spettatori  che hanno varcato i cancelli della rassegna fieristica, tra professionisti del settore, studenti e semplici visitatori, curiosi di osservare da vicino le novità del costruire che potrebbero influenzare in meglio la qualità ed il comfort degli spazi in cui viviamo.

 

Dati interessanti arrivano anche dallo scenario estero: ben quindicimila visitatori provenienti da 90 Paesi sono giunti a Bologna per partecipare alla manifestazione, il triplo rispetto alla scorsa edizione, emblema di un crescente coinvolgimento internazionale nei confronti della realtà produttiva di casa nostra.

Tredici padiglioni e due aree esterne per un totale di circa 100.000 metri quadrati di esposizione hanno dato spazio a materiali, progetti, metodologie costruttive, strumenti e macchinari, abbracciando tutte le novità presenti sul mercato e confermando il valore delle tecniche e tecnologie ormai consolidate.

Le 1400 aziende produttrici si sono confrontate con cinque tematiche principali, COSTRUIRE ECOSOSTENIBILE,  URBAN SPACE, TECNOLOGIE ECOPERFORMANTI, CANTIERE e PROJECT, all’interno delle quali hanno presentato i loro prodotti e offerto soluzioni ad una domanda sempre più pressante di un’edilizia attenta alla qualità, al risparmio energetico e ad un uso oculato dei materiali da costruzione.

 

4 saie

COSTRUIRE ECOSOSTENIBILE: dal sistema tetto, alle case prefabbricate in legno, alle costruzioni a secco, a tutti i materiali naturali ed a quelli energeticamente performanti è stato dedicato un padiglione intero con lo scopo di mostrare ad addetti ai lavori e non quella che sarà l’edilizia del futuro, un’edilizia sicura, efficiente, di alta qualità, priva di emissioni nocive per l’ambiente, ecocompatibile ed a basso impatto ambientale. All’interno della categoria è stata promossa l’iniziativa Saie Green Habitat, dove sono stati presentati  materiali e tecnologie all’avanguardia che lasciano intravedere sempre di più la reale possibilità di un futuro completamente eco-sostenibile per il mondo delle costruzioni. All’interno di Green Habitat sono stati promossi laboratori, conferenze e dimostrazioni che hanno coinvolto la maggior parte del pubblico presente in fiera.

 

 

URBAN SPACE:  accanto ai materiali da costruzione, hanno trovato ampio spazio le novità in termini di arredo urbano ed architettura paesaggistica. Tra le varie soluzioni proposte spicca evidente un’attenzione al riciclo in linea con l’idea di un ambiente urbano completamente sostenibile. All’interno del gruppo Urban Space sono stati esposti componenti in materiali riciclati come le sedie in cartone pressato, o arredi urbani ottenuti dai comuni materiali di scarto dell’ingegneria naturalistica e strutturale, quali fioriere ricavate all’interno dei gabbioni metallici per le opere di consolidamento, oppure panchine create utilizzando il legno proveniente dalle casseforme.

 

3 saie

TECNOLOGIE ECO PERFORMANTI:due padiglioni sono stati completamente indirizzati all’esposizione di materiali da costruzione, tradizionali e non, aventi caratteristiche ecocompatibili quali cementi ecologici, leganti naturali, pavimenti, rivestimenti, materiali isolanti e laterizi.

 

1 saie

CANTIERE: come ogni anno le aree esterne sono state attrezzate per un’affascinante passeggiata tra i mezzi d’opera, le macchine che hanno il delicato compito di trasformare un progetto in un’opera compiuta.  Oltre agli spazi dedicati ai nuovi modelli di gru, di mini escavatori e di fratazzatrici, viene riservato un intero gruppo espositivo alle problematiche legate alla cantierizzazione ecosostenibile. La gestione e il riciclo dei rifiuti ne sono i protagonisti, in modo da trovare nel Saie un punto di incontro per gli operatori finalizzato alla creazione di un modello di edilizia a basso impatto dalla progettazione alla cantierizzazione.

 

2 saie

PROJECT: le nuove tecniche informatiche applicabili all’edilizia trovano sempre ampio riscontro nella manifestazione fieristica bolognese. Due padiglioni interi sono stati riservati alle novità in termini di hardware e software, quali tecnologia BIM, stampanti tridimensionali ed uso dei droni.

 

Il Saie 2014 chiude le porte soddisfatto, pronto a riaprire nel 2015 con un’importante novità.  La prossima edizione darà il via ad un nuovo format fieristico completamente dedicato agli edifici, SAIE SMART HOUSE, fratello gemello della riuscita piattaforma SAIE SMART CITIES, già ospitata nella presente edizione. Verrà analizzato il tema dell’edificio toccando tutti gli aspetti innovativi in termini di qualificazione energetica, sicurezza antisismica e domotica. Imprese,produttori e progettisti verranno invitati a dialogare per creare il punto di partenza di un nuovo abitare, dove le case saranno configurate come un solo organismo energia-ambiente, l’unico sistema possibile per creare le basi dell’edilizia del futuro.

TAG:

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *